Bologna, è morto Maurizio Barbieri, una vita da militante - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

domenica 18 novembre 2018

Bologna, è morto Maurizio Barbieri, una vita da militante

La destra di Bologna in lutto, si è spento Maurizio Barbieri

Si è spento lunedì, a soli 68 anni, dopo una breve, ma implacabile malattia, Maurizio Barbieri, storico militante del Msi-Dn per oltre un quarantennio. Ce ne informa Massimiliano Mazzanti con una bella lettera al Secolo d'Italia: 
Dalla fine degli anni ’60 fino ai giorni nostri. Agente immobiliare, figura molto nota nel centro cittadino, dove lavorava, ma amava anche trattenersi fino a tarda sera come nella migliore tradizione petroniana, Barbieri è stato uno degli attivisti delle Giovane Italia – poi del Fdg e del Fuan – che un tempo si sarebbero definiti “duri”: sempre in prima fila nello scontro di piazza, sempre disponibile per il lavoro propagandistico, sempre visto come un punto di riferimento saldo dai ragazzi più giovani che si avvicinavano al partito. 
Come tanti altri innocenti fu coinvolto nella prima inchiesta sulla strage di Bologna e fu perciò costretto a un anno di latitanza. Alla fine Maurizio Barbieri ha rappresentato il legame tra la generazione dei reduci di Salò (che frequentava il Sacrario della "Piccola Caprera"), l'attivismo di piazza degli anni 60/70 (Giovane Italia) e le ultime generazioni (Fdg-Fuan). Fu anima del nucleo dissidente "quelli del camion" (non una corrente ma un gruppo di cani sciolti ) e del buontempiano "Fronte degli Italiani".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700