Arriva Salvini. Bomba nella notte contro la Lega ad Ala. Smentito il fermo dei responsabili - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

sabato 13 ottobre 2018

Arriva Salvini. Bomba nella notte contro la Lega ad Ala. Smentito il fermo dei responsabili

Trentino, bomba carta nella sede della Lega dove oggi è atteso Salvini: due denunciati
Un boato nella notte, intorno alle 2,30, e sono andati in frantumi alcuni vetri della sede della Lega ad Ala, nel Trentino meridionale. Una delle tappe del tour di oggi del leader del partito Matteo Salvini, per la campagna elettorale per le provinciali in Trentino. Continua così la campagna violenta della sinistra antagonista contro la Lega, scandita da una serie di vandalismi e danneggiamenti più o meno violenti alle sedi della Lega.

Risultati immagini per bomba lega ala
L’episodio è accaduto nella notte e, secondo la polizia che indaga, si tratterebbe di una bomba carta. Di fronte alla sede è comparsa inoltre una scritta: "Ancora fischia il vento". Nella palazzina abitano due famiglie con bambini ma non si registrano feriti.
 Il presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, ha dichiarato che da quanto riferitogli dal Commissariato del Governo e della Questura, sono stati identificati e denunciati "i due responsabili" del lancio. "E’ ora e tempo di agire con la massima durezza" commenta Rossi, candidato alle Elezioni Provinciali del 21 ottobre. 

 La notizia è stata smentita dagli inquirenti. "Al momento nessuna persona e' stata fermata ne' identificata". E' quanto riporta in una nota il procuratore di Trento Sandro Raimondo che aggiorna sull’attentato dimostrativo. In
mattinata le notizie circa due arresti poi diventati fermi le
avevano divulgate sia il Commissario della Lega in Trentino Mirko Bisesti che il governatore Trentino Ugo Rossi. 

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700