sabato 8 settembre 2018

Gli ultras dell'Inter smentiscono Bettarini jr.: nessun pestaggio per vendicarlo

Accoltellamento Niccolò Bettarini: "Gli aggressori picchiati in carcere su ordine degli ultràs dell'Inter"
In un'intercettazione agli atti dell'inchiesta sull'aggressione da lui subita, Niccolò Bettarini si vanta con un amico "di avere ricevuto in ospedale la visita dei capi della curva dell'Inter che gli hanno detto che a San Vittore hanno fatto picchiare i suoi aggressori, li hanno fatti gonfiare come le prugne sia dagli sbirri che quelli dentro". I rappresentanti della curva nord dell'Inter hanno smentito "assolutamente di conoscere Niccolò Bettarini", e "soprattutto di aver fatto picchiare i suoi aggressori". Lo ha spiegato l'avvocato Mirko Perlino, legale del 'direttivo' della curva nerazzurra, che difende anche uno dei fermati per il tentato omicidio di Bettarini, e ha spiegato che anche ieri è andato a trovare il suo assistito in carcere e che "né lui né gli altri" tre fermati sono stati aggrediti in carcere.

L'informativa della Squadra mobile al pm Elio Ramondini, riassume un'intercettazione del 7 luglio scorso nella quale Bettarini parla al telefono con un amico e gli racconta anche che "c'è uno dell'Inter che vuole parlare con me e sapere chi è stato ad aggredirmi". Sei giorni prima, il giovane era stato aggredito davanti alla discoteca 'Old Fashion' di Milano.
Nelle intercettazioni, Bettarini jr ha poi raccontato all'amico la dinamica dell'aggressione, innescata dalla sua reazione a uno sfottò della banda: "Si avvicina sto 'albanollo' e mi dice 'tu c'hai gli orecchini come i miei (...) mi ha dato il buffettino in faccia, io gli ho dato un cartone (...) e poi boh me ne sono trovati quindici addosso (...) da lì non ho più capito niente".

Nell'ambito dell'indagine condotta dal pm Elio Ramondini, sono state arrestate 4 persone: due italiani di 29 e 24 anni (quest'ultimo ultras dell'Inter legato all'estrema destra), e due albanesi di 23 e 29 anni, il più grande senza permesso di soggiorno.

0 commenti:

Posta un commento