domenica 16 settembre 2018

Europee, i paletti di de Magistris: uno schieramento largo contro i fascismi

Uno schieramento democratico, di sinistra,  largo alle prossime elezioni europee previste per domenica 26 maggio contro "i fascismi".Questa è l'idea forza lanciata dal movimento politico Dema acronimo di Democrazia e Autonomia fondato da Luigi De Magistris, sindaco di Napoli nel corso di un incontro, avvenuto sabato 15 settembre a Roma al quale hanno partecipato un centinaio di persone rappresentative di esperienze civiche diffuse su tutto il territorio nazionale, isole comprese.
 Per quanto riguarda le elezioni europee, «è risultata condivisa la proposta di una presenza alle elezioni al verificarsi di alcune condizioni da valutare nei prossimi 30 giorni: una disponibilità dei diversi soggetti ad evitare di presentare ulteriori liste alle elezioni europee, evitando così una rappresentazione frammentata del fronte democratico; la presenza nelle liste di sole candidature nuove, espressione di realtà dal basso; la capacità di rappresentare uno schieramento largo contro i fascismi».
Al verificarsi di condizioni significative de Magistris ha assicurato il proprio «convinto impegno in campagna elettorale». La discussione sulla situazione politica italiana si è invece chiusa «su una ipotesi di piattaforma da discutere in centinaia di assemblee allo scopo di arrivare a una ampia mobilitazione contro le politiche regressive e reazionarie dell'attuale Governo».
La mobilitazione dovrebbe tenersi a metà novembre «con un occhio attento a incidere con temi sociali sulla discussione della legge finanziaria». Nei prossimi giorni verrà invece chiesto un incontro ai diversi movimenti che hanno preannunciato la volontà di organizzare manifestazioni nazionali «per verificare la disponibilità ad unificare il fronte di lotta».

1 commenti:

Non ha argomenti e non attira voti.
Siamo di fronte al nulla...

Posta un commento