mercoledì 12 settembre 2018

De Luca contro le "bande di nigeriani". Il plauso di Lega e Fratelli d'Italia

Risultati immagini per De Luca contro le "bande di nigeriani"
Lo "sceriffo" Vincenzo De Luca, nel più facile dei modi, sfonda a destra. D'altronde le frasi del governatore della Campania, contro i nigeriani pronunciate con i suoi toni abituali alla Festa dell'Unità di Ravenna e riportate sui principali quotidiani non potevano non entusiasmare la Lega e Fratelli d'Italia.
Il partito di Matteo Salvini ha pubblicato il video dell'intervento del governatore su Lega Campagna, la pagina Facebook del Carroccio che pubblicizza il primo raduno leghista in Campania che si terrà nella cittadina della provincia di Salerno sabato 29 e domenica 30 settembre.
Ed eccole le frasi del governatore De Luca che tanto hanno entusiasmano la Lega e Fratelli d'Italia : " ci sono zone del paese in cui bande di nigeriani occupano militarmente i territori. Sul litorale domizio abbiamo bande che fanno spaccio di droga e prostituzione. Violazioni di leggi e di regole".
Parole forti quelle pronunciate da Vincenzo De Luca anche sui centri d'accoglienza: "attorno ai centri d'accoglienza ci sono extracomunitari che tornano di notte ubriachi e ci sono padri di famiglia che sul balcone aspettano le figlie di notte. Questa parte della realtà il Partito Democratico la conosce si o no? E che cosa dice?
Frasi che piacciono anche a Giorgia Meloni, leader indiscussa di Fratelli d'Italia che riproduce quel video su Facebook, commentando: "Vincenzo De Luca contro il suo stesso partito. Finalmente qualcuno a sinistra inizia a svegliarsi? 
D'altronde sul tema della sicurezza, con parole politicamente scorrette, si era espresso già anni fa, quando indossava la fascia tricolore  e si scagliò contro alcune prostitute che operavano nella zona industriale di Salerno.
Dopo il plauso della Meloni dalla Lega arriva un invito al governatore della Campania ad essere presente al raduno di Campagna previsto per sabato 29 e domenica 30 settembre.

Guarda il video: clicca qui

0 commenti:

Posta un commento