lunedì 6 agosto 2018

Fontana (Lega): fermare l'invasione e difendere la propria cultura non è razzismo

Immagine correlata
Va bene punire i razzisti veri. Non va bene usare l’accusa di razzismo come una clava contro chi la pensa diversamente. Salvini e la Lega non sono razzisti. Nemmeno io. Anche solo per il fatto che, essendo notoriamente cattolico, se fossi razzista sarei in contraddizione con me stesso". Lo dice il ministro della Famiglia, Lorenzo Fontana, che, su la Stampa, torna a parlare della sua proposta contro la legge Mancino. 
Secondo il ministro, va abrogata "perché è una legge giusta usata per fini sbagliati. Benissimo perseguire i razzisti veri. Ma il problema è che ormai tutto quello che non si uniforma al pensiero unico e al mainstream globalista diventa razzismo. 
Così è passata l’equazione che chi è contrario all’immigrazione incontrollata sia razzista. Ma fermare l’invasione e difendere la propria cultura non sono forme di razzismo.
 Sono legittime scelte politiche che non possono essere negate per legge. Del resto, sulla base della legge Mancino fu accusata anche Oriana Fallaci".

Fonte askanews.

0 commenti:

Posta un commento