La critica a Furlan vale la sospensione di 9 fratelli padovani d'Italia - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

venerdì 6 luglio 2018

La critica a Furlan vale la sospensione di 9 fratelli padovani d'Italia

In Fratelli d'Italia come abbiamo riportato questa mattina è approdato l'Esercito di Silvio guidato da Simone Furlan considerato il sicario della giunta di Massimo Bitonci.
A presentare i nuovi ingressi, a Roma, Giorgia Meloni, leader indiscussa di Fratelli d'Italia con una conferenza stampa alla Camera dei deputati.
Una scelta che non e' piaciuta a molti dirigenti storici di Fratelli d'Italia come i fratelli Zanon, Marina Buffoni e Filippo Ascierto che hanno preso le distanze da Simone Furlan, ex segretario cittadino di Forza Italia, considerato tra i principali colpevoli della fine della amministrazione Bitonci.
Posizione illustrata in una conferenza stampa di fine giugno che e' costata un deferimento da parte del coordinatore regionale con richiesta di sospensione di 6 mesi dal partito.
Ora toccherà alla commissione nazionale di garanzia se confermare la richiesta, rifiutarla e non è da escludere l'espulsione.
A finire sotto processo i fratelli Zanon, tra i fondatori del Movimento Sociale a Padova, Marina Buffoni, ex assessore della giunta Bitonci, l'ex parlamentare Filippo Ascierto, e cinque coordinatori di circolo.
Una scelta che provocherà, quasi sicuramente, un trambusto nel partito a Padova e in provincia.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700