mercoledì 25 luglio 2018

Aosta, CasaPound entra in consiglio comunale: insorge la sinistra

Per la prima volta Casa Pound entra nel Consiglio comunale di Aosta. Lo fa grazie al clamoroso successo della Lega alle elezioni regionali del 20 maggio, che hanno proiettato dall'assemblea cittadina al Consiglio regionale due eletti del Caroccio. Tra questi c'è anche Nicoletta Spelgatti, divenuta presidente della Regione.
A subentrare con le sue 116 preferenze è Lorenzo Aiello, candidato di Casa Pound nella lista Lega Nord alle comunali del 2015 e secondo escluso dopo il leghista Paolo Sammaritani, eletto alle regionali e nominato assessore all'Istruzione e cultura. La surroga è avvenuta durante la riunione odierna dell'assemblea.
"Passerò al gruppo misto di minoranza poiché i riferimenti ideali che ci avevano portato a fare una lista unica con la Lega sono venuti meno", ha dichiarato Aiello in aula.
Da nove anni in Valle d'Aosta, il movimento di estrema destra non era invece riuscito a partecipare alle elezioni di maggio, avendo mancato le mille firme necessarie per prendere parte alle consultazioni.
L'ingresso di un esponente del movimento politico della tartaruga frecciata in consiglio comunale non poteva non scatenare la protesta della sinistra guidata dal movimento l'Altra Valle d'Aosta.

Carola Carpinello, portavoce della sinistra della Valle d'Aosta, in un post, sulla propria pagina Facebook dichiara:  oggi è un giorno triste per la democrazia in Valle d’Aosta e in particolare per il suo capoluogo città medaglia d’oro per la Resistenza. Oggi entra per la prima volta in Consiglio comunale un rappresentante di Casapound»
Oggi non si può tacere. Oggi tacere significa essere d’accordo con quanto sta accadendo. Il 25 luglio è la data in cui ricordiamo la caduta del Fascismo, ma quest’anno diventa un anniversario triste, perché è il giorno in cui “i fascisti del terzo millennio” entrano nel Consiglio comunale della città di Aosta, già medaglia d’oro della Resistenza.
Per la sinistra locale lo sdoganamento dell'estrema destra è un fenomeno gravissimo. Una grossa fetta di responsabilità è della Lega 3,o nazionalista e sovranista che nel 2015 ha barattato un pò di voti con i valori costituzionali dell'antifascismo.
Lo sdoganamento dell’estrema destra è un fenomeno gravissimo. parole in libertà: «Questa deriva va fermata». Poi i sinistri se la prendono con la Lega: «Una grossa parte di responsabilità è della Lega che nel 2015 ha barattato un po’ di voti con i valori costituzionali dell’antifascismo».

0 commenti:

Posta un commento