martedì 31 luglio 2018

A Massa l’ex di Forza Nuova è capo di gabinetto del sindaco

Daniele Pepe, di anni 31, con un passato in Lotta Studentesca, raggruppamento giovanile di Forza Nuova è il capo di gabinetto del sindaco di Massa Francesco Persiani, esponente della Lega Nord, eletto primo cittadino di Massa, comune di quasi 69 mila abitanti capoluogo della provincia di Massa Carrara, in Toscana, come ci racconta, la collega Chiara Sillicani, in un interessante articolo, pubblicato sul quotidiano Il Tirreno edizione di Massa Carrara.



Risultati immagini per "daniele pepe" + persiani + massaLui, il sindaco di Massa Francesco Persiani (nella foto), i tratti distintivi dell’uomo della destra liberale ce li ha. Per il profilo professionale - avvocato e presidente della Camera penale apuana - e per quello personale. Mai fuori dalle righe, mai iracondo, immagine, quasi iconografica, di padre e marito: sempre accompagnato in pubblico da moglie e figlie. È la scelta del suo staff che lo “tradisce” e colloca oltre i confini della destra liberale l’amministrazione massese.

Al vertice di quell’amministrazione, Persiani ha scelto il trentunenne Daniele Pepe. È lui il capo di gabinetto, il referente dell’intera macchina amministrativa. Un passato in Lotta studentesca (la giovanile di Forza Nuova), Pepe è balzato agli onori delle cronache nel 2010 per un incontro di cui è stato promotore sulla pillola abortiva e a cui partecipò anche il forzanovista Roberto Fiore. Un incontro durante il quale volarono parole pesanti nei confronti delle donne di sinistra che contestavano. Oggi Pepe, rassegnate le dimissioni dalla vice segreteria regionale dell’Ugl, il passato non lo rinnega e ammette: « Quello in Lotta studentesca è stato, nel bene e nel male, un passaggio che mi ha formato». Ma ci tiene a sottolineare che «con Forza nuova è finita quando aveva 24 anni». Perché oggi rimane «uomo di destra - così si definisce - ma di una destra di governo». Di una destra che amministra e in cui lui occupa una posizione apicale, nonostante l’atto formale delle sua nomina sia ancora in definizione: «So che mancava un passaggio tecnico» ammette lo stesso Pepe

0 commenti:

Posta un commento