sabato 9 giugno 2018

Scandicci, in 300 al corteo antifascista contro CasaPound

Oggi pomeriggio circa 300 persone, hanno preso parte alla manifestazione contro l'apertura di una sede di Casa Pound Italia a Scandicci comune di 50 mila abitanti della città metropolitana di Firenze.
Un corteo colorato, pacifico, antifascista, al quale hanno aderito Partito Democratico, Cgil, associazione nazionale partigiani d'Italia, Sinistra Italiana, Articolo 1 Movimento Democratici e Progressisti, Unione sindacale di Base, Partito Marxista Leninista d'Italia, studenti antifascisti di Firenze, per ribadire che le strade sono di chi ama e non di chi semina odio, come precisa un comunicato diffuso dalla Cgil.
La manifestazione, a detta degli organizzatori, è stata un importante momento di aggregazione e mobilitazione di tutta Scandicci e di tutti i democratici per ribadire il rispetto della Costituzione e della legge Italiana che vieta l'apologia del fascismo, reato previsto dall'art. 4 della legge 20 giugno 1952, n. 645; la condanna di una politica che cerca di orientare la rabbia della gente contro le fasce deboli della popolazione: gli immigrati, i disoccupati, i poveri. All'ignoranza, alla xenofobia e al razzismo, alla paura, si risponde con l’educazione, la cultura e la partecipazione dei cittadini alla vita sociale", conclude la nota.

1 commenti:

Ma gli antifascisti che parlano di rispetto, educazione e cultura? Ma sanno cosa sono? Loro, gli imbratta muri, distruggi vetrine, sabotatori per eccellenza, è ridicolo sentirli parlare di certe cose, hanno dovuto raccattare 50 movimenti/sigle per mettere insieme un paio di centinaia di persone, per il fine "democratico" di tacciare chi la pensa diversamente da loro...ma ritiratevi!

Posta un commento