mercoledì 20 giugno 2018

Sanchez vuole rimuovere la salma di Franco dalla "Valle dei Caduti"


Il neo premier socialista spagnolo Pedro Sanchez ha detto che "è giunta l'ora di riesumare i resti" del dittatore Francisco Franco e rimuoverli dal controverso mausoleo che li ospita, la 'Valle dei caduti' nella località di San Lorenzo de el Escorial, poco distante da Madrid. Parlando alla Tve, Sanchez ha detto che la Spagna "non può permettersi simboli che dividono gli spagnoli", e che intende trasformare il sito in un luogo di riconciliazione "in memoria di tutti gli spagnoli" Oltre 33.000 caduti di entrambi gli schieramenti della Guerra civile spagnola (1936-39) sono sepolti nella Valle dei caduti accanto ai resti di Franco.

Ad opporsi strenuamente al provvedimento del governo è però la Fondazione Francisco Franco, il cui presidente, il generale Juan Chicharro Ortega, ha dichiarato in un'intervista al quotidiano El Mundo: "Il governo dimentica che in questa faccenda ci sono altri attori in gioco, come la Chiesa Cattolica - proprietaria della basilica in cui è sepolto il Generalissimo - e la famiglia di Franco. Senza il permesso della famiglie e senza il permesso di chi consentì la sepoltura, cioè l'ex re Juan Carlos, faccio fatica a capire come si possano adottare simili disposizioni e definirle addirittura legali" - aggiungendo inoltre - "Franco non ha mai voluto essere sepolto nella Valle de los Caìdos, è stato deciso nei suoi ultimi giorni d'agonia. Quando morì, fu Sua Maestà il Re a volere che fosse sepolto li, e questo è molto importante". 

0 commenti:

Posta un commento