Parte la riconquista. Oggi al Tiburtino il meeting di Polaris - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

giovedì 14 giugno 2018

Parte la riconquista. Oggi al Tiburtino il meeting di Polaris

Gabriele Adinolfi chiama all'azione.
Immagine correlata
Il primo appuntamento, siglato Polaris, il suo centro studi, è fissato a giovedì 14 giugno alle 19, alla sala Artiglio, di via Boemondo, zona Stazione Tiburtina, raggiungibile quindi con il metro B. Questo il testo dell'invito:


In Italia e in Europa una sola è la via percorribile. Assecondare l'emancipazione europea dal dominio angloamericano, emancipazione che è oggi una tendenza reale.
Dobbiamo farlo sulla linea di direttrici geopolitiche, culturali e geoeconomiche ben precise e radicandoci nell'ideale ghibellino che espresse le nostre primavere nei secoli e nei secoli.
Questo non può essere disgiunto da un impegno radicale per la realizzazione di un modello politico e sociale alternativo all'economicismo.
Compito di chi nutre l'ambizione di voler determinare il proprio Destino è d'impegnarsi attivamente in quella direzione, senza nulla trascurare, offrendo soluzioni precise e chiare.
Rieducando un po' tutti allo studio, alla critica e all'abbandono dei semplicismi con cui ci si riempie la testa e la bocca rimasticando delle formulette abbozzate da “esperti” mediocri che non hanno visione d'insieme e sono intrisi di un economicismo d'accatto.
Rispondendo da un punto di vista concreto. Con impegni reali e radicamenti precisi nel senso delle autonomie e delle sfide corporative.
Infine, ultimo ma non ultimo, ci si deve concentrare nella formazione di un'élite.
È da troppo tempo ormai che le eccellenze individuali devono decidere se sottostare alle leggi dominanti nella sottocultura che li circonda e adeguarsi ad esse come il minore dei mali possibili o se procedere invece nella giusta direzione, ma da sole.
È venuto il momento di far sì che inizino a procedere insieme, in sintonia e in sinergia.
Parte la Riconquista.
Così ho denominato questo appuntamento. Il suo scopo è riportare il concetto d'Italia al centro dell'Europa Sovrana, al cuore di una linea di pensiero e d'azione.
Non si tratta solo di rilanciare un'idea ma di articolare una vera e propria Riconquista, riaffermando l'Egemonia Culturale.
Si tratta di trasformare una minoranza in un motore, con la logica delle selezioni gerarchiche fondate sull'operatività dei corpi ufficiali e sottufficiali.
In ottica imperiale, ovvero di arimanni, uomini liberi, che si vincolano tra loro per fiera volontà.
I campi d'azione e d'intervento sono molteplici, per influire sulla cultura come sulla politica.
Ma l'essenziale, il compito primario, è di restituire a noi stessi una fiera volontà di potenza e una capacità di confronto e di cooperazione che riporti al centro delle idee Idea e Capacità, le due grandi assenti dal dibattito e dalla formattazione dei giorni nostri.
Oggi noi intendiamo partire di qui. Con passi cadenzati ma che vadano a lastricare la via maestra come era costume dei nostri antenati legionari.
Usciremo di qui con le prime pietre.

Gabriele Adinolfi

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700