venerdì 11 maggio 2018

Pompei non è sodoma. Gli striscioni anti gay pride di Forza Nuova

Lo svolgimento del Gay Pride a Pompei previsto per il 30 giugno continua a dividere la cittadinanza di Pompei tra chi è favorevole all'evento e chi, invece, boccia senza e senza ma, la manifestazione arcobaleno in quello che è un luogo sacro, scatenando polemiche e divisioni.
Dopo la concessione del patrocinio morale da parte del Comune, che sembrava aver spezzato via le diatribe degli ultimi tempi, c'è un nuovo caso destinato a far discutere. In diverse zone della città, sono comparsi striscioni, a firma di Forza Nuova, recitanti le seguenti parole: Pompei non è sodoma, 
30 giugno non passeranno. Un chiaro ed evidente riferimento alla sfilata che si terrà in città nel primo pomeriggio di sabato 30 giugno. 
D'altronde con l'affissione di questi striscioni, in diverse zone della città mariana i militanti di Forza Nuova intendono ribadire, una volta e per tutte, un concetto semplice e chiaro, in virtù del quale nessuno farà scempio della città e del santuario della Madonna di Pompei facendoli diventare teatro di un circo blasfemo e irrispettoso della sensibilità cattolica, per questo motivo, non passeranno.

0 commenti:

Posta un commento