venerdì 4 maggio 2018

Fiori per Mussolini a Piazzale Loreto e saluti romani: i primi indagati

Per le manifestazioni dello scorso 29 aprile a Milano, in cui davanti alla lapide che commemora Sergio Ramelli oltre mille militanti di destra hanno fatto il saluto romano al momento del "presente" e un centinaio di nostalgici ha portato fiori nel punto di piazzale Loreto dove fu esposto il cadavere di Benito Mussolini, la Procura ha aperto un'inchiesta nella quale ci sono già i primi indagati.

Il responsabile dell'antiterrorismo milanese, Alberto Nobili, e il pm Piero Basilone, che coordinano le indagini, in base al primo rapporto della Digos, hanno contestato la violazione della Legge Mancino, manifestazione fascista e manifestazione non autorizzata.
Il numero degli indagati dovrebbe aumentare in quanto gli investigatori stanno analizzando filmati delle telecamere per identificare altri responsabili dei reati che si aggiungono a coloro che sono già stati individuati.

1 commenti:

Ma si indagate pure 1000 - 2000 italiani per un saluto romano e lasciate girare nudi I Negri a violentare le donne ,comincio a pensare che sia l'Italia I'll terzo mondo con una polizia e magistrature simili c'e'da diventare apolidi , LA polizia sta toccando il Fondo anzi l'abisso una vergogna senza fine vi fa invadere da tutte le razze piu cenciose Della Terra

Posta un commento