No alla guerra in Siria. La manifestazione di Fronte Europeo e Comunità siriana fuori al consolato americano di Napoli - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

venerdì 20 aprile 2018

No alla guerra in Siria. La manifestazione di Fronte Europeo e Comunità siriana fuori al consolato americano di Napoli

Un ottantina di militanti del variegato mondo della destra, si sono radunati nel tardo pomeriggio di venerdì 20 aprile sotto il consolato americano a Napoli per protestare contro il recente raid condotto insieme a Francia e Gran Bretagna ai danni della Siria laica e sovrana.
Riuniti sotto gli striscioni l'aggressione Usa aiuta i terroristi no alla guerra in Siria, con la Siria laica e sovrana contro il terrorismo, giù le mani dalla Siria i partecipanti alla manifestazione hanno intonato cori contro quella che definiscono una deliberata aggressione ad uno stato laico e sovrano, ricordando alle tante persone presenti sul lungomare Caracciolo come Damasco sia, da anni, impegnata in prima linea per combattere, senza sosta e senza tregua il terrorismo islamico, mentre le azioni come quella di sabato scorso rischiano unicamente di rinfocolare l'attività dell'Isis e di altri gruppi terroristici.
Alla manifestazione organizzata dal Fronte Europeo per la Siria e la Comunità Siriana in Italia erano presenti un nutrito gruppo di militanti e simpatizzanti di Casa Pound guidati dal responsabile cittadino Giuseppe Savuto e da Emmanuela Florino, candidati alle ultime elezioni politiche di domenica 4 marzo,  Ione Abbatangelo, figlia dell'onorevole Massimo Abbatangelo, storica bandiera della destra napoletana, l'ex presidente della Provincia di Napoli, Luigi Rispoli, l' ex consigliere regionale della Campania durante il governo Rastrelli, Bruno Esposito, l'ex presidente della circoscrizione San Lorenzo Gennaro Succoio, l'ex consigliere comunale del Movimento Sociale Italiano prima di Alleanza Nazionale poi, Claudio Renzullo ed il consigliere della II municipalità Salvatore Lezzi, storico leader dei disoccupati napoletani.









Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700