I confini sono sacri. Il blitz di Forza Nuova fuori il consolato francese a Torino - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

venerdì 6 aprile 2018

I confini sono sacri. Il blitz di Forza Nuova fuori il consolato francese a Torino

(G.p)Nella notte tra giovedì 5 e venerdì 6 aprile i militanti torinesi di Forza Nuova hanno affisso uno striscione che recita "I confini sono sacri" fuori al Consolato Francese di Torino.
Il senso di questa iniziativa, alla luce di quanto è successo, alcuni giorni fa, a Bardonecchia, ci viene spiegato, con maggiori dettagli, da una nota, diffusa alla stampa, firmata da Luigi Cortese, segretario regionale del movimento politico guidato da Roberto Fiore.
Nota che riportiamo per intero.


Nella notte tra il 05 ed il 06 aprile, i nostri militanti hanno affisso uno striscione che recita “I CONFINI SONO SACRI” al Consolato Francese di Torino.
Quello che è successo a Bardonecchia non può essere dimenticato facilmente, in un paese serio questo avrebbe creato qualche ripercussione almeno a livello diplomatico, mentre in Italia questo sembra essere quasi un atto di resa e sottomissione, non è concepibile che una forza di polizia straniera varchi i confini in armi senza alcuna autorizzazione e faccia quello che vuole senza nessuna autorità.
Visto che nessuno ad oggi ha preso posizioni, era arrivato il momento di agire e solo dei veri italiani potevano farlo, dichiara il Coordinatore Regionale Luigi Cortese, solo noi patrioti di Forza Nuova potevamo cercare di rimediare alla figuraccia del governo.
 I confini sono sacri e non sono in discussione, continua Cortese, e questo deve valere anche per chi sta favorendo l’immigrazione clandestina.
Forza Nuova non fa nessun passo indietro, saremo sempre tra le strade per difendere l’Italia e gli Italiani.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700