domenica 1 aprile 2018

1 aprile 2016: Boccacci distrugge ad Ostia il monumento dedicato a Pasolini

E' stato rivendicato dal movimento di estrema destra Militia, guidato da Maurizio Boccacci, storico leader degli skinhead italiani, leader del disciolto Movimento Politico Occidentale,  già noto per una serie di azioni antisemite, il danneggiamento del monumento a Pierpaolo Pasolini all'Idroscalo di Ostia. 
Un gesto, dichiara un anonimo militante nella telefonata di rivendicazione giunta all'Adnkronos, contro non un poeta ma "un omosessuale e un pedofilo". L'azione" è consistita nello spaccare le lastre di marmo dove sono incise le poesie di Pasolini e nel rompere il vetro dei cartelli con le indicazioni del percorso bibliografico. Sul posto è stato anche lasciato uno striscione riportante le seguenti parole: Pasolini, ma quale poeta e mastro, frocio e pedofilo, lui era questo.
Con l'istituzione dell'oasi della Lipu, nata a fine anni Novanta, il tratto di Idroscalo in cui Pasolini trovò drammaticamente la morte è stato progressivamente recuperato dai volontari dell'associazione ambientalista,dapprima con un'accurata bonifica e successivamente con la realizzazione di una ricostruzione ambientale di una laguna mediterranea (oggi regno di aironi rossi, tarabusini, morette tabaccate e cigni reali). Al centro dell'area sorge il 'Giardino letterario Pier Paolo Pasolini', comprendente il rifacimento della stele di Mario Rosati e la realizzazione di percorsi bibliografici e letterari, realizzati grazie all'intervento del Comune di Roma.

0 commenti:

Posta un commento