giovedì 22 marzo 2018

Un altro centro profughi a Perugia? Forza Nuova dice basta


Una nuova struttura, adibita all'accoglienza dei profughi, in tempi rapidi, dovrebbe sorgere in via del Favarone, a Perugia.
Secondo prime indiscrezioni, la struttura di proprietà della Agenzia Territoriale per l'edilizia Residenziale sarà riqualificata e in futuro punterà ad ampliare il Sistema di protezione dei rifugiati e richiedenti asilo.
Per Forza Nuova, come dimostra questa nota, diffusa alla stampa, un altro centro profughi, in una città dove vivono tanti italiani in difficoltà perché colpiti dalla crisi economica tutto questo è inaccettabile.
Non è possibile, precisa Forza Nuova, che in una città come Perugia piena di italiani meno abbienti e con situazioni abitative a rischio, si vada a spendere ancora dei soldi pubblici (pagati dai cittadini italiani, tra cui vi sono anche i soldi di quegli italiani immersi nella povertà) per fare fronte al discorso migratorio.
Ma dell’emergenza sociale e abitativa dei tanti italiani le istituzioni se ne fregano? Pare di sì.
Abbastanza ridicole, secondo Forza Nuova, sono , le giustificazioni che si vorrebbero dare. Infatti, da quanto si evince dai giornali, l’assessore Edi Cicchi ha dichiarato che «Nel momento in cui Ater ha proposto di riqualificare la struttura per farci edilizia residenziale-sociale abbiamo risposto che non sarebbe stato opportuno, essendoci di fianco un centro Sprar. Una potenziale polveriera. Semmai utilizziamolo per ampliare lo Sprar…». 

La “potenziale polveriera” si crea grazie proprio a queste iniziative, che ancora una volta suonano come sbeffeggiamenti alle orecchie dei tanti italiani meno abbienti che chiedono aiuto e solidarietà da parte dello Stato e del Comune, ma che in cambio ricevono strutture ai profughi.
Forza Nuova Perugia, che per anni ha combattuto per la chiusura del centro d’accoglienza interno all’Ostello di Ponte Felcino, dice basta a tutto questo e chiede al Comune di Perugia di fare opposizione alla venuta ancora di altri migranti nel territorio perugino, di richiedere la chiusura delle ancora presenti strutture per migranti e di utilizzare tutte le risorse economiche e le tasse pagate dai cittadini italiani per fare fronte alla grande emergenza sociale delle famiglie italiane.
Forza Nuova Perugia, come sempre ha fatto, attuerà una ferma opposizione alla realizzazione di altri centri d’accoglienza nel perugino. Rimarcando che l’Italia è degli italiani e la socialità va fatta ai cittadini italiani, in particolare ai nostri fratelli italiani più disagiati.

0 commenti:

Posta un commento