lunedì 26 marzo 2018

Farnesina annuncia espulsione di due rappresentanti diplomatici russi. La contrarietà di Lega e Fratelli d'Italia

Anche l'Italia ha seguito l'esempio di 14 paesi dell'Unione Europea che di concerto hanno espulso i diplomatici inviati dalla Russia. Sono due le persone allontanate dalla Farnesina, che si aggiungono a quelle cacciate da Ucraina, Lituania, Repubblica Ceca, Francia e Germania, Gran Bretagna. I rappresentati di Mosca hanno già lasciato il paese nei giorni scorsi, sulla scorta della polemica tra Londra e Mosca per l'avvelenamento dell'ex spia del Kgb Serghei Skripal e della figlia Yulia.
Per i fatti Londra accusa Putin, che ha rispedito le accuse al mittente.
In Italia, dopo la scelta della Farnesina di espellere i diplomatici russi dal nostro paese arrivano reazioni contrarie a tale decisione, da parte di Matteo Salvini, leader della Lega Nord ed aspirante premier per la coalizione di centro destra e Giorgia Meloni, leader indiscussa di Fratelli d'Italia.
"Isolare e boicottare la Russia, rinnovare le sanzioni economiche ed espellerne i diplomatici non risolve i problemi, anzi li aggrava", scrive su Facebook il leader del Carroccio, Matteo Salvini, convinto che il dialogo sia la soluzione migliore anche per quanto riguarda un altro tasto dolente, ovvero l'arresto dell'ex leader indipendentista catalano Carles Puigdemont, bloccato in Germania.
Ed è "inaccettabile che un Governo dimissionario decida di espellere due funzionari dell’ambasciata russa", secondo Giorgia Meloni, numero uno di Fratelli d'Italia che parla degli "ultimi colpi di coda di un governo asservito alla volontà di Stati esteri che per fortuna sarà messo presto nelle condizioni di non nuocere più gli interessi nazionali italiani".

0 commenti:

Posta un commento