domenica 18 febbraio 2018

Uccise la badante albanese che lo aveva lasciato: arrestato due anni dopo ex assessore leghista


C'è un arresto per l'omicidio di Kruja Lavdije, "una vera e propria esecuzione" ha detto il procuratore di Lodi, Domenico Chiaro. La badante albanese di 40 anni fu uccisa con un colpo di pistola alla testa. Il ritrovamento nel Po nel giugno di due anni fa,  10 giorni dopo la scomparsa, nei pressi di una diga a Isola Serafini, nel comune piacentino di Monticelli d'Ongina. I carabinieri di Stradella (Pavia) hanno arrestato Franco Vignati, un pensionato italiano di 64 anni, ex consigliere e assessore comunale leghista di Chignolo Po (Pavia). L'uomo aveva avuto una relazione chiusa dalla donna poche settimane prima e non si rassegnava alla rottura.
La vittima risiedeva a Miradolo Terme (Pavia) ed era madre di un figlio all'epoca 12enne. A far scattare le indagini della procura di Lodi era stata la scomparsa, nel maggio 2016, della donna, poi trovata morta. Secondo l'accusa l'uomo sarebbe andata a casa della ex moglie per prendere la pistola poi usata per il delitto e poi avrebbe incontrato l'ex amante attirata con la promessa di un nuovo lavoro. Questi elementi consentono di configurare l'omicidio premeditato aggravato, che prevede la condanna all'ergastolo

0 commenti:

Posta un commento