giovedì 22 febbraio 2018

CasaPound a Torino, guerriglia urbana degli antagonisti. La polizia respinge gli attacchi

Una sera di guerriglia annunciata nel centro di Torino. I gruppi della sinistra antagonista si sono violentemente scontrate con le forze dell'ordine nel tentativo di contestare l'iniziativa elettorale di CasaPound. Tensione alle stelle dopo il pestaggio del dirigente palermitano di Forza Nuova e la rissa di Perugia tra attivisti Pap e militanti di CasaPound. La manifestazione è partita dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova. Al corteo hanno partecipato centinaia di persone nonostante la pioggia.
I manifestanti sono arrivati a ridosso del cordone di polizia su corso Vittorio Emanuele per tentare di raggiungere l'albergo che ospita il comizio elettorale di Simone Di Stefano. Due i tentativi di sfondamento degli antagonisti per forzare il blocco. La polizia ha risposto con idranti, lacrimogeni e brevi cariche di alleggerimento.
Gruppi di manifestanti hanno divelto le recinzioni di un cantiere stradale vicino alla stazione ferroviaria di Porta Susa, raccolto pietre da scagliare  e rovesciato cassonetti dei rifiuti. 
I manifestanti respinti si sono diretti verso corso Inghilterra, dove si trova la stazione dei terminal dei bus. il primo bilancio degli scontri parla di tre agenti feriti e di due fermi.

3 commenti:

Allevamento e manganello ,sti impiastrati nel vomito dei centri sociali si devono disintossicare da tutta LA m.... Che hanno in testa e in corpo ,LA cura c'e' : il Manganello ,davanti al manganello cominceranno a rinsavire

E' vero! in certi casi il manganello serve! Vedi x esempio il fozzanovista rapinatore palermitano , le randellate che ha preso (tutte meritate) lo avranno fatto rinsavire sicuramente!In ogni caso fare i gradassi sapendo di essere protetti dagli sbirri è veramente troppo facile!

Maschio alfa, anche tu sei protetto dagli "sbirri" (?), ovvero dalla Legge. Infatti chi dovesse ucciderti verrebbe perseguito dalla Legge stessa. Se fossimo nell'anarchia, invece, vincerebbe semplicemente il più forte, come dovrebbe essere...

Posta un commento