Manifesti inneggianti Mussolini a Rimini. La condanna del sindaco Gnassi - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

martedì 30 gennaio 2018

Manifesti inneggianti Mussolini a Rimini. La condanna del sindaco Gnassi

Decine di manifestini, affissi con lo scotch riportanti la scritta "Per un mondo più pulito torna in vita Zio Benito sono comparse nelle piazze e nelle vie del centro storico di Rimini.
I manifesti inneggianti al duce sono stati segnalati da diversi cittadini e sono stati celermente rimossi dal competente ufficio comunale.
In tempi davvero rapidi è arrivata la ferma condanna del sindaco Andrea Gnassi che ha dichiarato: "ora, al di là che l’apologia di fascismo è ancora un reato punito dalla legge e una violazione della Costituzione e considerato che Rimini è Medaglia d’Oro per la Resistenza, questi gesti sono un’offesa prima di tutto per la città e per la comunità riminese. Viene da dire che la mamma dei cretini è sempre incinta oppure, parafrasando la rima baciata dei fascisti autori del manifesto: per un mondo più pulito, il fascista col carcere va punito".

2 commenti:

  1. Rimini deve essere orgogliosa una delle poche Citta' che reagisce da sola all'invasione AGLI stupri di orde AFRICANE ,SE ASPETTATE IL VOSTRO SINDACO PER LUI POTETE DiVENTARE TUTTI MAROCCHINI TANTO LUI DA BUON MASSONE LECCAPIEDI RICEVERA' SEMPRE IL SUO BEL STIPENDIO non ha tutti I torti ,"chiaggne e fotte "ormai e'il mantra dei politici,tanto l'ebreo poi Paga

    RispondiElimina
  2. Ciao,
    Questo messaggio è rivolto a individui, poveri, aziende, aziende e tutti coloro che hanno bisogno di un prestito particolare per portare a termine i loro progetti o per far rivivere le vostre attività o altri. 2%, qualunque sia l'importo richiesto. Prestiti da 3.000 € a 900.000 € Il periodo di rimborso è da 1 anno a 25 anni. Si prega di essere soddisfatti in 72 ore.
    Mail: danielapetrucci07@gmail.com

    RispondiElimina

Banner 700