Sala negata, il campione disabile querela il sindaco di Pesaro - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

martedì 19 dicembre 2017

Sala negata, il campione disabile querela il sindaco di Pesaro

Claudio Palmulli, il maratoneta disabile, denuncia il sindaco di Pesaro Matteo Ricci per la sala pubblica negatagli. Il 'caso' riguarda la presentazione de "Il Vento sulle Braccia", il libro del campione paralimpico, a cui Ricci aveva deciso ritirare la concessione di una sala comunale già accordata una volta scoperto che Palmulli è un militante di CasaPound. E ora l'atleta ha dato mandato al suo avvocato di procedere a una denuncia nei confronti del sindaco per abuso di ufficio e diffamazione a mezzo stampa. 
Da un lato il maratoneta romano contesta a Ricci l'abuso d'ufficio, spiega una nota diffusa da CasaPound "per aver motivato il diniego della sala con pretesti formali, e cioè l'aver richiesto la sala a nome di un altro soggetto e l'aver comunicato al pubblico un orario differente per l'evento rispetto a quello indicato nella richiesta, sconfessandoli poi in prima persona con pubbliche dichiarazioni in cui ha ammesso in maniera esplicita di aver ritirato l'autorizzazione all'utilizzo della sala al solo scopo di non concederla a CasaPound, una decisione dunque politica ed evidentemente discriminatoria".
Ma Palmulli querelerà Ricci anche per diffamazione. In un'intervista il sindaco lo ha definito "strumento di quelle brave persone che qualche giorno fa volevano rievocare la marcia su Roma", facendo tra l'altro un associazione errata: l'iniziativa era stata promossa da Forza Nuova che, com'è noto è spesso in contrasto con CasaPound. "Ricci mi ha trattato - ha commentato Palmulli - come se non fossi capace di intendere e di volere, una mancanza di rispetto che mostra in maniera neanche troppo velata il senso di superiorità di cui certa sinistra si ammanta in maniera del tutto immotivata. Di questo dovrà rispondere in Tribunale".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700