sabato 4 novembre 2017

CATEGORIA:

Padre Tam: essere fascisti è credere, combattere, morire per la nostra civiltà

Ha "spaccato" su Facebook, con migliaia di condivisioni e centinaia di migliaia di visualizzazioni, il video con l'ultima predica di padre Tam, in occasione del 28 ottobre. Ne pubblichiamo la trascrizione integrale:

Grazie dobbiamo dare a Mussolini e ai suoi uomini che hanno avuto la volontà, il coraggio, la decisione di fare la marcia su Roma con la quale è stato stroncato il comunismo in Italia. E allora vi dico, da parte Sua, siate fascisti. Non è facile, non basta la camicia nera, un saluto romano. Adesso vi spiego cosa vuole dire, cosa ha insegnato Lui.
Essere fascisti vuol dire credere, combattere e morire per quelli che sono i fondamenti della civiltà, Dio, Patria e Famiglia. Chi sono i nemici di questi fondamenti? Li abbiamo visti nell'ultima guerra. I liberali americani e i comunisti, sovietici allora, ma ce li abbiamo dappertutto, i marxisti. Non essere liberali, essere fascisti vuol dire non essere marxisti, ma è una dottrina, è una cultura, è un modo di vita. Perché non basta la camicia se poi vivi da liberale, da marxista. Non basta fare il saluto romano se poi la cultura, la dottrina non è quella della nostra civiltà.

Allora mi richiamo a questa grande festa di Cristo Re, per capire che il liberalismo è proprio quello che ha tolto Cristo re, che ha tolto la religione dallo Stato, la rivoluzione liberale 1789, detta francese ma è mondiale, ha portato il laicismo in tutto il mondo, prima in Europa, ha separato lo Stato dalla Chiesa.
E li capite subito la grande opera, la gigantesca opera di Mussolini, che dopo 120 anni di rivoluzione liberale rimette la religione cattolica come religione di Stato con il concordato dell'11 febbraio 1929 e il romano pontefice lo stesso che ha fatto l'enciclica di Cristo Re, Pio XI, due giorni dopo, dice quelle parole lapidarie per Mussolini: un uomo come quello che ci è stato inviato dalla provvidenza, un concordato che crediamo il migliore dei concordati, con il quale abbiamo dato Dio all'Italia e l'Italia a Dio. Cercate nella storia un altro uomo politico che ha ricevuto queste parole dal romano Pontefice.
Oggi la festa Cristo Re. I liberali tolgono la corona a Cristo, lo tolgono dal trono, Mussolini lo ha rimesso, ha restaurato la regalità, ha rimesso la religione cattolica a religione di Stato. E perché è così diabolico il liberalismo? Lo vedete adesso, ma perché devi togliere la Croce dalla scuola, dall'Ospedale? Perché c'è un Islam, non c'è più la religione di Stato. Capite che il problema va li?
Perché non potete più cantare i canti di Natale a scuola? Perché lo Stato è liberale, per lui tutte le religioni sono uguali, li va capito cosa è il liberalismo e cosa ha fatto il liberalismo. Se non puoi fare più il presepe in Comune, prima i Comuni facevano il Presepe. Si. I Comuni, lo Stato, le istituzioni, aveva messo la religione di Stato, la regalità sociale di Cristo.
E allora dobbiamo meditare prima di tutti i fondamenti di questa verità di fede. Dio Esiste, il Credo lo diremo tra qualche momento, Dio esiste e l'ateismo è un errore. Cristo si è fatto uomo duemila anni fa, 2017 da che cosa? Anche i comunisti sui loro periodici, i quotidiani, Repubblica, devono mettere la data, 2017, da che cosa? Da Cristo. Ma siamo compagni o non siamo compagni. Siamo atei? Toglila, ma non la possono togliere. Ha diviso la storia. Dio si è fatto uomini. I nostri padri, i vostri padri, i nostri antenati hanno fondato la nostra civiltà europea su Gesù Cristo. Cercate un paese, una città senza chiesa, non c'è. Ci sono chiese in cima alle montagne senza paese, i vostri padri hanno messo Dio, sanno che non c'è un popolo senza religione, infatti oggi siamo un popolo una massa effeminata, ci possono invadere i nemici, i poteri bancari ci possono sottomettere ai poteri finanziari e nessuno reagisce, perché sono stati i liberali, una massa che non ha più convinzioni, non sono uomini. Per avere degli uomini ci vogliono delle idee, Dio esiste, l'ateismo è un errore, Dio si è fatto uomo, Gesù Cristo ha fondato la vera religione, le altre religioni sono false, questa è stata la forza della cristianità quando i barbari, i musulmani hanno attaccato per mille anni l'Italia e l'Europa, la vera religione sono stati pronti a morire e ad uccidere per Cristo. Siamo ancora cristiani solo per quello, se no sareste musulmani da secoli con tutte le conseguenze. E Gesù Cristo ha fondato solamente la chiesa cattolica. Tu sei Pietro e su questa pietra fonderò la mia Chiesa. Le altre Chiese, Ortodosse, Protestanti, sono false anche se oggi dal Vaticano secondo gli uomini di chiesa sono diventati liberali, stanno facendo l'unione con le religioni, la stessa cosa che ha fatto la rivoluzione liberale: tutte le religioni sono uguali, tutte le idee sono uguali, bello, bel risultato. Perché quando lo stato si dichiara liberale, toglie il concordato di Mussolini, toglie la religione cattolica, allora il parlamento decide la legge del divorzio, la legge dell'aborto, la legge dell'omosessualità perché lo Stato è laico, liberale, bambini agli omosessuali. quando Gesù Cristo dice se uno scandalizza uno di questi bambini anche un prete mettetegli una pietra la collo e buttatelo in mare, Gesù Cristo. E' un comandamento, qui ci han dato una religione effeminata. No la religione quella vera, che ha fatto duemila anni, quella che è scritta nel Vangelo per cui ha fondato la Chiesa. Le altre Chiesa, l'ortodossa sono false e vi avviso subito che tra qualche giorno, purtroppo, Papa Francesco farà l'accordo con i protestanti. Come? Noi che abbiamo combattuti per 500 anni, io sono in Valtellina, Sondrio, ci hanno occupato i protestanti, ci hanno ammazzato...

1 commento:

  1. Vorrei sentir proprio chi ha il coraggio di contraddire questo Don ,in abiti civili sarebbe uno ai livelli del Duce parla piu lingue ed e'forte sentirlo parlare e' un iniezione di Vril

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.