venerdì 6 ottobre 2017

Roma, in cento all'Esquilino per la marcia di Casa Pound contro la moschea

"Basta degrado, chiudere la moschea". Così recita lo striscione in testa al corteo organizzato da Casa Pound per manifestare contro il degrado del quartiere Esquilino e per chiedere la chiusura della moschea davanti alla quale la scorsa settimana un cittadino maliano ha aggredito una coppia, la cui unica colpa era quella di baciarsi pubblicamente.
Un centinaio di militanti del movimento politico guidato da Gianluca Iannone e Simone Di Stefano insieme a residenti del quartiere, partiti da Via Napoleone III, sede del movimento, dopo una breve sosta davanti alla Moschea di San Vito, sono arrivati fino a piazza Vittorio, dove hanno acceso delle fiaccole.
Della manifestazione di Casa Pound all'Esquilino, con maggiori dettagli, ci parla il collega Luca Monaco, con un interessante articolo pubblicato dal quotidiano La Repubblica che potete leggere qui




0 commenti:

Posta un commento