domenica 3 settembre 2017

Striscione di Forza Nuova contro Enrico Rossi

(G.p)I militanti fiorentini di Forza Nuova hanno appeso uno striscione dal contenuto forte contro il governatore della regione Toscana Enrico Rossi che nei giorni scorsi aveva segnalato l'eventualità di perseguire alcuni esponenti di Forza Nuova per il reato di apologia del fascismo con una denuncia alla procura della Repubblica. Il senso di questa protesta, messa in atto dai militanti di Forza Nuova, ci viene spiegato con maggiori dettagli da un articolo pubblicato dal quotidiano Il Tirreno.
Articolo che riportiamo per intero.



Intervento di una guardia giurata e di personale della Digos di Firenze al palazzo della Regione Toscana di via di Novoli, per rimuovere uno striscione appeso da militanti della formazione di estrema destra Forza Nuova sulla recinzione esterna. Lo striscione riporta una scritta critica, e con parola volgare, diretta al governatore Enrico Rossi che nei giorni scorsi aveva segnalato pubblicamente l'eventualità di dover perseguire Forza Nuova per il reato di apologia del fascismo, anche con denunce alle procure. Sullo striscione, attaccato sulla cancellata della sede dove la Regione concentra gran parte degli uffici amministrativi e degli assessorati, la Digos sta procedendo per le verifiche tipiche di queste circostanze.
Lo stesso movimento rivendica l'iniziativa. "Questa - spiega Fn in una nota - è la nostra goliardica risposta all'isteria del presidente toscano Rossi che, per coprire i fallimenti della vulgata antifascista, ha deciso di ripiegare su uno squallido tentativo di repressione col suo Osservatorio basato sulle liberticide leggi Scelba e Mancino", dice Leonardo Cabras, coordinatore regionale di Forza Nuova in Toscana, riferendosi al "monitoraggio" su comportamenti e affermazioni che possano configurare apologia di fascismo o discriminazioni per motivi razziali, annunciato nei giorni scorsi dal governatore.
"Vicinanza al presidente Rossi per un atto intimidatorio squallido e meschino e pieno sostegno nel contrasto a ogni forma di deriva fascista". Così Dario Parrini, segretario Pd Toscana, e Leonardo Marras, capogruppo Pd Regione Toscana, esprimono la loro solidarietà al presidente Rossi, dopo lo striscione appeso da Forza Nuova sui palazzi della Regione, condannando fermamente il gesto. "Coi valori della democrazia non si scherza - dichiarano Parrini e Marras -, giusto e necessario che le istituzioni vigilino a ogni livello perché non trovi alcuno spazio chi con atteggiamenti di qualunque genere si richiama a una fase buia e drammatica della storia del nostro paese. Porta sbarrata a chi cerca di screditare questi valori. La Toscana e sarà sempre terra fortemente antifascista, si rassegnino tutti coloro che vogliono dimostrare il contrario".

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.