sabato 16 settembre 2017

Facebook blocca Giorgia Meloni: "Vietato definirsi patrioti"




Bloccata la sponsorizzazione su Facebook di un video di Atreju, la festa dei giovani di Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale che quest'anno si svolgerà alle Officine Farneto a Roma.
 Giorgia Meloni attacca: fin dove vogliono arrivare gli integralisti del mondialismo, come ci racconta il collega Giuseppe De Lorenzo dalle colonne de Il Giornale, storico quotidiano meneghino.
Articolo che riportiamo per intero.



E' vietato definirsi patrioti. E vietato parlare di temi cari alla destra, come immigrazione, patriottismo, Nazione e via dicendo.
Per Facebook infatti un video di Giorgia Meloni che parla della festa di Atreju è "volgare" e può infastidire chissà chi. Forse i buonisti.
Giorgia Meloni in questi giorni è impegnata con la classica kermesse di Fratelli d'Italia alle 'Officine Farneto' di Roma. Questa mattina la leader del partito di destra ha pubblicato sul suo profilo Fb un video dal titolo "È tempo di patrioti".
 Due minuti in cui la Meloni racconta come è nata la manifestazione da lei stessa ideata e organizzata da quasi venti anni, "l'unica cosa rimasta in piedi e immutata della destra italiana". Poi parla del tema di quest'anno: la Patria e i patrioti, quella Patria fatta "col sudore della fronte", composta di "patrioti nelle cose semplici", perché "patrioti per noi sono gli operai che si alzano alle 4 del mattino", sono "le ragazze che lavorano nei call center e decidono di mettere al mondo un bambino sfidando il futuro", o "il carabiniere che rischia la vita per 1.200 euro al giorno".
Contenuti razzisti, omofobi o offensivi? Non pare proprio. Eppure per Facebook il video della Meloni non può essere pubblicizzato perché viola le norme sulla pubblicità. Si legge testualmente che la sponsorizzazione non è stata approvata perché "non sono consentite inserzioni che contengono volgarità, che fanno riferimento alle caratteristiche delle persone che le vedono (ad es. razza, etnia, età, orientamento sessuale, nome) o che le infastidiscono". Non si capisce bene cosa e chi possa infastidire un messaggio sul patriottismo. Forse per Facebook è vietato pure definirsi di destra? "Samo alla follia - scrive la Meloni - Fin dove vogliono arrivare gli integralisti del mondialismo? Guardatevi il video, cercate contenuti "volgari o offensivi" e fatevi una idea di cosa sta succedendo nelle nostre società". Possibile che su Fb si possano sponsorizzare solo temi di sinistra? O che non parlino di patria?
Non è la prima volta che il social network più famoso del mondo prende di mira i contenuti di destra. È già successo anche a Galeazzo Bignami, capogruppo di Forza Italia in regione Emilia Romagna. Più volte video o contenuti sono stati bloccati dalla sua pagina Fb, anche se non è ancora chiaro se per via di segnalazioni di qualche utente o se per una scelta di policy interna del social network. "Spero davvero non stia capitando quello che temiamo - attacca Bignami - cioè che per evitare che la gente possa sapere cosa sta accadendo in Italia si impedisca a notizie vere e a filmati reali di circolare per far si che le persone possano farsi una propria opinione libera e dirett"a.

1 commento:

  1. Perche' LA Meloni Salvini ecc non vanno in piazza col popolo a manifetare contro l'invasione? perche'non vogliono!!Si limitano a scrivere su facebook che fatica prodi Della tastiera ,e quando vanno in TV prodi dell'ugola .Sono LA finta opposizione con il m5s fingono fanno I rivendicatori di torti poi dietro le quinte se LA ridono di come hanno fatto fesso il popolo beota

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.