venerdì 21 luglio 2017

Parisella ed il manipolo rumoroso di contestatori della Boldrini





(G.p) Ferdinando Parisella, storico militante del Fronte della Gioventù a Littoria, animatore del Circolo Adriano Romualdi prima e del Circolo Satrico di Latina, già vice segretario provinciale del Movimento Sociale Italiano,  già componente dell'assemblea nazionale di An, ci racconta la contestazione al presidente della Camera dei deputati Laura Boldrini in occasione dell'inaugurazione del parco cittadino intitolato ad Arnaldo Mussolini e dal 19 luglio intitolato ai giudici Falcone e Borsellino.
Parisella, con orgoglio rivendica di essere stato con il manipolo di facinorosi, che ha contestato il presidente Boldrini,  spiegandocene le ragioni. 



Insisto, le foto, come i filmati, valgono più di tante parole. Ecco ieri pomeriggio il "manipolo di facinorosi", così è stato chiamato dai soliti pennivendoli. Invece di descrivere, approfondire, parteggiano. Orgoglioso ieri di trovarmi nel "manipolo" rumoroso, fischiettaro, cafone, burino, ignorante, troglodita, inferiore, disorganizzato, in poche parole POPOLARE...dall'altra parte dell'incredibile cordone di Polizia, inesistente tutti i giorni, un'assemblea cotonata, chic, vaporosa, griffata, infradito di classe, colori al posto giusto, compresi gioielli ed orologi, altezzosa quanto la loro paladina, con la puzza sotto il naso e gli schiavetti a casa, comprese bandiere rosse ed un'anacronistica bandiera dell'Anpi. Sì, l'Anpi a Latina. Da ridere, se non ci fosse da piangere. E sempre da quella parte, un gruppetto di risorse ben pulite ed inquadrate. Ma mai nelle loro ville. Non scherziamo. Ecco la trasmutazione compiuta. Lontani dal popolo. Ma svaccati poi sul monumento ai Caduti di cui non gli frega nulla. Scoperto solo ora. Quei caduti per i nostri confini che questi radical-shit odiano. Una città allo sbando, oltraggiata negli ultimi anni dai mal-destri di s-governo, si ritrova per colpa di questi ultimi, un sindaco, impiegato pubblico, eletto con una striminzita percentuale che non è arrivata neanche al 20%. Bel risultato. Tutto si poteva pensare un anno fa, ma mai che si tornasse ad un clima da anni '70. Ma non tutto avviene per caso. Gli iconoclasti "de noantri", hanno avuto il loro orgasmo. Il caos regna sovrano. Gli intoccabili che lavorano(?) nel palazzo comunale, potranno continuare ad umiliare questa città ed i loro cittadini. Certo quei fischi corali, che li hanno sommersi per due ore, mi rincuorano. Nessuna disinformazione li può silenziare. I supponenti al caviar al potere. Ma fino a quando si potrà sopportare?

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.