venerdì 19 maggio 2017

CATEGORIA:

Ritorno a Montesarchio Scarinzi ci racconta Campo Hobbit 40

(G.p)Dopo quarant'anni torna il Campo Hobbit, a Montesarchio, in provincia di Benevento, l'esperimento fortemente voluto da Generoso Simeone, esponente di primo piano dell'ala rautiana del Movimento Sociale Italiano, per cercare di cambiare concretamente le cose, partendo dal mondo dell'attivismo missino ed al suo modo di rapportarsi con la complessa e variegata società italiana.

Infatti, dal 23 al 25 giugno a Montesarchio il comitato Campo Hobbit 40 ha organizzato un nuovo incontro al fine di richiamare alla memoria il senso di appartenenza e la volontà di confronto e scontro di una generazione che non si è mai arresa.
Un evento che è stato presentato oggi pomeriggio, a Napoli, presso la sala Nugnes del Palazzo del Consiglio comunale di Napoli nella centralissima via Verdi.
In esclusiva per i lettori di Fascinazione intervisto Davide Scarinzi, militante nazional rivoluzionario di lungo corso, sodale del compianto Generoso Simeone, stretto collaboratore di Marina Simeone presidente dell'associazione culturale Generoso Simeone al quale pongo alcune domande.

Dal 23 al 25 giugno si svolgerà in provincia di Benevento il quarantennale del primo Campo Hobbit siamo di fronte ad una operazione di tipo nostalgica? una ricerca del tempo perduto? oppure una volontà di ricostruire un mondo?
Nessuna nostalgia , niente ricerca del tempo perduto e neanche recupero di personaggi nati in quel contesto poi negli anni venduti al peggior liberismo . Sodali di un Sistema che li ha facilmente comprati, molto spesso per pochi Denari. Personaggi miserabili che oggi vagano cianciando di “ Area..di amici mai abbandonati… di camerati mai delusi “, risultando semplici e ridicoli buffoni al soldo del Potere.


L'identità è il sottotitolo scelto per questa 3 giorni di dibattiti, incontri, ricordi, analisi, mostre fotografiche e musica. E' una identità perduta o una identità mai dimenticata?
L’identità non si dimentica e non si perde,se la si ha. E lo si capisce analizzando cosa fu Campo Hobbit 1977: il grido di rivolta di una intera Comunità stanca di riconoscersi solo nei rituali più o meno Camerateschi tipici del neofascismo. Uomini stanchi di vivere nelle catacombe delle sezioni Missine. Ecco quindi la ribellione INTERNA contro la classe dirigente dell’ MSI ( spesso funzionale al Sistema ) ed ESTERNA contro chi ignorava e reprimeva brutalmente chi intendeva esprimere il proprio PENSIERO confrontandosi con il Mondo esterno : facendolo con argomenti e tesi.
E fu la gioia , la festa.la libertà : fu Campo Hobbit 77!

Li ricordo bene quei giorni memorabili: dibattiti,confronti.canzoni sguaiate ma lucide e forti..e poi tende,campeggio…insomma CAMERATISMO che non si dimentica più. E son passati quarant’anni !

Che tipo di programma avete messo in campo in questi 3 giorni dedicati al Campo Hobbit?

Analisi dell’evento e riflessioni sulla Sostanza di allora come d’oggi. Ci saranno presentazioni di libri a cura delle case editrici e degli scrittori stessi . Ad esempio il giornalista Alessandro Alberti ha brillantemente disegnato e raccontato , nel libro RADIO ALTERNATIVE , quello che fu il primo esperimento di inserimento della Comunità nel Monda nascente delle Radio libere che a Destra vide molto protagonismo. Ma poi ci sarà il ricordo in video del suo ideatore , Generoso Simeone : un lucido e talvolta inascoltato protagonista e anima stessa di Campo Hobbit 77. Poi sarà ricordato Rutilio Sermonti : uno straordinario faro di riferimento per intere generazioni di Idealisti mai arresi. Ed ancora tavole rotonde sui temi dell’attualità politica alla luce dei nuovi scenari, oramai stravolti dalla globalizzazione e dalle nuove povertà. E infine la sera canti e suoni della Musica Alternativa con la presenza di tanti Gruppi musicali provenienti da ogni parte d’Italia, sempre nello scenario del Campo sportivo di Montesarchio : oggi come allora , magico veramente!
Quindi tanta riflessione e analisi a Campo Hobbit 40 : per capire quel che fu e “ se c’è ancora Fuoco sotto la cenere “ . E concludo con un appello ai tanti che mi scrivono e chiamano, plaudendo all’iniziativa di cui sono partecipe e organizzatore in quanto Presidente del Comitato Campo Hobbit – Il Quarantennale “. L’appello che rivolgo è per una rapida ,sollecita e corposa adesione all’evento. Andate sul sito di campo hobbit e iscrivetevi subito ..versate la quota modesta o anche un contributo e dimostrate con i fatti di essere Uomini che ancora han voglia di lottare e di non arrendersi ! Forza ,ora è il momento di agire ..sol cosi si puè capire “ se c’è ancora Fuoco sotto la cenere “ !








1 commento:

  1. Francamente, quelli che anche giustamente criticavano il MSI come la destra imborghesita e compromessa con il sistema cosa hanno fatto dopo ? Quando hanno avuto un pò di potere ?
    Quelli che cantavano "anche se tutti...noi no!" hanno fatto come tutti e spesso peggio.
    Fuoco sotto la cenere ? Serve sale in zucca piuttosto.
    Enrico

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.