venerdì 7 aprile 2017

Adriano Tilgher, Siria: le due verità

(G.p)Adriano Tilgher segretario del Fronte Nazionale, in un editoriale pubblicato sul sito del movimento intitolato Le due verità, che riportiamo per intero, commenta le ultime vicende siriane ponendosi e ponendoci una domanda: a chi credere, partendo dalla considerazione che la Siria, da anni, sta combattendo una guerra titanica contro i terroristi che stanno insanguinando il mondo, facendo anche un favore a noi cittadini del vecchio continente.



A chi credere? Alle notizie che vengono dal territorio dei criminali terroristi dell’ISIS, che accusano Assad, Presidente della Siria, di aver usato armi chimiche nel bombardamento di alcune loro basi, o a quelle che vengono dal governo legittimo siriano, che dichiarano di aver usato bombe convenzionali che hanno colpito un deposito di armi chimiche dell’ISIS? Dobbiamo tener fede alle parole di accusa contro la Siria del Presidente USA, che con questo suo odierno bombardamento ha fatto un grande favore all’ISIS, o alla conferma della tesi siriana data dai generali russi , gli unici autenticamente ed apertamente schierati nella contrapposizione militare alle truppe ISIS, armate e foraggiate dall’Arabia Saudita, alleata di molti paesi occidentali?
Certo, chi ci va di mezzo sono sempre gli inermi e gli indifesi, ma è la drammatica legge della guerra ed in Siria c’è una guerra combattuta sul campo. Trump, con questo suo ordine di bombardare la Siria massicciamente, ha contravvenuto ad un veto dell’ONU ed ha fatto l’ennesimo atto di guerra, senza la formale dichiarazione della stessa, conquistando così le simpatie di tutti i clintoniani ed i radical-chic del mondo, che tante difficoltà gli stanno creando a casa sua. Questo con buona pace del pacifismo buonista di questi ipocriti del modernismo di sinistra italiano i cui potenti mezzi di comunicazione esaltano questa azione di guerra a favore dell’ISIS, salvo poi piangere al prossimo attentato che l’estremismo islamico sta già programmando contro le inconsapevoli popolazioni europee.
Io non so se i Siriani abbiano usato le armi chimiche contro le basi dei terroristi islamici, né se abbiano usato bombe convenzionali che hanno colpito un deposito di armi chimiche dell’ISIS, ma so che la Siria sta combattendo da anni una guerra titanica contro i terroristi che stanno insanguinando il mondo e dobbiamo ringraziare la Russia di Putin che ha avuto il coraggio di schierare le proprie truppe contro un nemico dell’umanità, facendo un favore anche a noi europei che continuiamo, per squallidi interessi di bottega, ad essere schierati dalla parte dell’ISIS, sia mediante le sanzioni contro il legittimo governo siriano, sia fornendo soldi ed armi ai terroristi e, ora, esaltando questo atto di guerra non dichiarata.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.