lunedì 13 marzo 2017

Antifascisti aggrediti a Sassari denunciano: è stata Casa Pound che però smentisce


(G.p)Nella notte tra sabato 11 e domenica 12 marzo alcuni militanti del collettivo S'idealibera di Sassari sono stati oggetto di una aggressione. Il brutto episodio di violenza politica che condanniamo, senza se e senza ma, è avvenuto dopo una cena organizzata per raccogliere fondi per il Coordinamento Ucraina Antifascista. I militanti del collettivo sassarese sono stati picchiati da un gruppo di persone e e sono rimasti feriti in modo lieve e sono stati medicati al Santissima Annunziata.
Le vittime dell'aggressione, in un volantino, hanno affermato che sono stati i fascisti di Casapound gli autori dell'aggressione e che avrebbero addirittura riconosciuto alcuni militanti sassaresi del movimento politico guidato da Gianluca Iannone e Simone Di Stefano.
Immediata è arrivata la risposta da parte di Casa Pound Sassari che dal loro profilo facebook con una breve nota, che pubblichiamo per intero, non accettano di essere associati ad un episodio violento in modo ingiustificato, precisando infine di non volar cadere nella trappola della lotta tra opposti estremismi, continuando, come sempre la propria battaglia politica.
Apprendiamo con stupore delle accuse contro la sezione Sassarese di CasaPound per una fantomatica aggressione, motivando l'identificazione dei nostri militanti "dalla presenza di adesivi nelle vie limitrofe".
La sezione cittadina di casapound prende le distanze dal deprecabile episodio di violenza accaduto nella serata di ieri, non è plausibile che venga innescata una lotta tra opposti estremismi, logica che non appartiene al movimento.
Il gruppo di casapound sassari negli ultimi anni si è distinto per importanti iniziative sociali, raccolte alimentari, ripetizioni ad adolescenti, e soprattutto porta avanti un programma politico finalizzato al rilancio della cultura e dell'economia cittadina.
Non accettiamo di essere associati ad un episodio violento in modo ingiustificato, non cadremo nella trappola e soprattutto continueremo la nostra attività politica e consapevoli dell' enorme lavoro che ci destina il futuro.

0 commenti:

Posta un commento