martedì 7 marzo 2017

CATEGORIA:

Altri 200 immigrati in arrivo a Lecce? Noi con Salvini: basta immigrati, prima gli italiani

(G.p) Non è possibile pensare ad altri 200 immigrati in una città, come Lecce, che ne ospita già tantissimi tra regolari e non, con intere zone del capoluogo del Salento che la sera sono off-limits e spesso teatro di scorribande di illegali da parte degli stessi.

Con affermazioni dure Rossano Sasso, coordinatore regionale della Puglia di Noi con Salvini, costola centro meridionale della Lega Nord per l'indipendenza della Padania commenta voci circolanti in queste ore, in base alle quali, nei prossimi giorni, sarebbero in arrivo nel capoluogo salentino altri 200 immigrati, come al solito senza sapere se profughi veri o irregolari o aspiranti profughi.
Il sindaco in carica, precisa Rossano Sasso, dovrebbe assolutamente opporsi con tutti i mezzi a questa ipotesi, mentre per il candidato sindaco di centro destra, deve essere chiara, a scanso di equivoci presenti e futuri, la nostra posizione: basta immigrati irregolari, prima gli italiani, prima i leccesi.
 Il coordinatore provinciale Leonardo Calò lamenta il fatto di aver chiesto più volte al prefetto “un incontro per conoscere i numeri dell’accoglienza presente e futura in città ed in provincia, senza ricevere mai una risposta”.
“Siamo pronti a mobilitarci – prosegue – per evitare questa ennesima operazione, che potrebbe avere ricadute negative sul nostro territorio e siamo felici del fatto che anche altri esponenti del centrodestra leccese la pensino come noi”.
Il movimento politico Noi con Salvini non esclude “mobilitazioni ed azioni di autodifesa pacifica del territorio”, nel caso in cui le voci trovassero conferma.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.