martedì 29 novembre 2016

Refugees not welcome: la protesta di Forza Nuova a Burolo


(G.p)A Burolo, in provincia di Torino scoppia la polemica dopo la diffusione di una notizia legata all'arrivo nei prossimi giorni di sedici rifugiati che saranno ospitati in una casa, affittata dalla cooperativa Mary Poppins nel centro storico del paese. Qualcuno ha scritto no con della vernice rosse sulla facciata della casa, qualcuno ha avviato una raccolta firme per opporsi all'arrivo dei rifugiati.
Anche i locali militanti del movimento Forza Nuova, nella serata di lunedì 28 novembre hanno esposto uno striscione davanti allo stabile destinato agli immigrati, sito in via dell'Asilo riportante la seguente scritta Refugges not welcome, come ci racconta con un interessante articolo, che pubblichiamo per intero, il sito di informazione locale obbiettivo news.


In questi ultimi giorni, a Burolo, l'atmosfera si è riscaldata a causa del progetto della cooperativa Mary Poppins di inserire tra i 16 ed i 18 rifugiati in uno stabile del centro storico.
“Nella serata di lunedì 28 novembre abbiamo esposto uno striscione davanti allo stabile destinato agli immigrati, recante la scritta “Refugees not welcome”, ovvero “Rifugiati non benvenuti”. Ci schieriamo quindi, come sempre, dalla parte dei cittadini italiani, in questo caso dei residenti di Burolo, per dire NO al business sull’immigrazione ed alle cooperative che ne gestiscono i profitti. Troppo spesso, infatti, queste cooperative (in questo caso la “Mary Poppins”) agiscono subdolamente ed alle spalle dei cittadini, inserendo decine di immigrati in piccoli contesti e piccoli comuni, senza tenere conto dell’impatto sociale altamente dannoso e dell’impossibilità di ogni tipo di integrazione.
Abbiamo il dovere –continua la nota inviataci dalla segreteria locale di Forza Nuova- di tutelare i nostri concittadini, di garantirne l’assoluta tranquillità ed incolumità, ed assecondarne le volontà. I residenti di Burolo hanno detto NO, e Forza Nuova è al loro fianco.

BUROLO – In questi ultimi giorni l’atmosfera a Burolo si è scaldata a causa del progetto della cooperativa “Mary Poppins” volto ad inserire tra i 16 ed i 18 rifugiati in uno stabile del centro storico.

I residenti, contrari a tale proposta, si sono mobilitati con una raccolta firme. In questo scenario spunta anche Forza Nuova:
 In questi ultimi giorni l’atmosfera a Burolo si è scaldata a causa del progetto della cooperativa “Mary Poppins” volto ad inserire tra i 16 ed i 18 rifugiati in uno stabile del centro storico.













BUROLO – In questi ultimi giorni l’atmosfera a Burolo si è scaldata a causa del progetto della cooperativa “Mary Poppins” volto ad inserire tra i 16 ed i 18 rifugiati in uno stabile del centro storico.


I residenti, contrari a tale proposta, si sono mobilitati con una raccolta firme. In questo scenario spunta anche Forza Nuova
I residenti, contrari a tale proposta, si sono mobilitati con una raccolta firme. In questo scenario spunta anche Forza Nuova:“Nella serata di lunedì 28 novembre abbiamo esposto uno striscione davanti allo stabile destinato agli immigrati, recante la scritta “Refugees not welcome”, ovvero “Rifugiati non benvenuti”. Ci schieriamo quindi, come sempre, dalla parte dei cittadini italiani, in questo caso dei residenti di Burolo, per dire NO al business sull’immigrazione ed alle cooperative che ne gestiscono i profitti. Troppo spesso, infatti, queste cooperative (in questo caso la “Mary Poppins”) agiscono subdolamente ed alle spalle dei cittadini, inserendo decine di immigrati in piccoli contesti e piccoli comuni, senza tenere conto dell’impatto sociale altamente dannoso e dell’impossibilità di ogni tipo di integrazAbbiamo il dovere –continua la nota inviataci dalla segreteria locale di Forza Nuova- di tutelare i nostri concittadini, di garantirne l’assoluta tranquillità ed incolumità, ed assecondarne le volontà. I residenti di Burolo hanno detto NO, e Forza Nuova è al loro fianco.

1 commenti:

Per sedici scimmioni tutto'sto casino(giusto),cosa dovremmo dire noi a Roma e nelle grandi città in generale,che sembrano purtroppo ormai Karachi,Kartum,Calcutta con le sue fogne di negri... Un pianto senza fine e una rabbia ancora maggiore... Poi sono prepotenti e sanno perfettamente come muoversi,istruiti dalla merdosissima sinistra. Ad esempio sul pullman si permettono di chiudere o aprire finestrini in posti non loro senza neppure chiedere permesso.... Girano con catene di oro e tablet di ultima generazione,Nike,ecc... Solo le merde schifose di osservatori vari antirazzisti e organizzazioni sioniste come il male assoluto Everyone,comandate dall'ebreo che vede gli alieni riparare i lampioni sotto casa sua a Milano,Roberto Malini,che dall'ufologia gli hanno ordinato di passare all'antirazzismo... Gli italiani saranno anche coglioni..ma volessero mai gli dei scoppiasse una rivoluzione... La gente si ricorderà di chi difende questi farabutti schifosi e puzzolenti... Per non parlare dei rumeni sui bus,perennemente ubriachi e le donne ad alta voce al cell.con il loro orribile idioma... Con tutti i benefici di cui usufruiscono e a noi tasse e disoccupazione...vedere questi scarafaggi felici per strada e con il lavoro,la voglia di scannarne qualcuno è a volte davvero dura da dominare...

Posta un commento