Fronte Nazionale: Napoli dice no alla riforma costituzionale - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

venerdì 25 novembre 2016

Fronte Nazionale: Napoli dice no alla riforma costituzionale

(G.p) Il Fronte Nazionale, movimento politico nato in seno ad una scissione interna al Movimento Sociale Fiamma Tricolore nel 1997 e guidato da Adriano Tilgher ha organizzato per sabato 26 novembre a Napoli, in piazza Carità la chiusura della campagna referendaria a sostegno della ragioni del no.
Alla manifestazione referendaria hanno aderito anche il Movimento Sociale Popolare ed Italia Victrix ed esponenti del variegato mondo orfano del Movimento Sociale Italiano.
Questa è la nota diffusa dal Fronte Nazionale che pubblichiamo per intero.



Sabato 26 novembre 2016 alle ore 16:30 a Napoli, in Piazza Carità, il Fronte Nazionale, Italia Victrix è il Movimento Sociale Popolare chiuderanno la campagna referendaria per il NO alla riforma costituzionale. Riteniamo che questa sia una riforma che non riduce i costi, non migliora la qualità dell'iter legislativo, ma scippa la sovranità dalle mani del popolo. Diciamo NO allo scempio della Costituzione attuato attraverso una riforma che sottrae poteri ai cittadini e mortifica il Parlamento! Diciamo No alla legge oltraggio che, calpestando la volontà del corpo elettorale, instaura un regime politico fondato sul governo del partito unico!

Porteranno il loro saluto e daranno sostegno alla manifestazione:
Pietro Diodato - Napoli Capitale;
Claudio Renzullo - Ex Consigliere comunale di Napoli;
Massimo Abbatangelo - Ex Deputato alla Camera;
Sergio Angrisano - Federazione Movimenti di Base;
Dario Renzullo - Giovani in Corsa;
Giuseppe Fossa - Italia Victrix;
Fabio Curcio - Studio Legale Curcio.
Concludono:
Vincenzo Stravolo -Commissario provinciale Fronte Nazionale Napoli;
Antonio Iuffredo - Segretario Nazionale Movimento Sociale Popolare;
Orlando Cioffi - Segretario Nazionale Italia Victrix."

Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700