11 novembre 2007: gli striscioni laziali ricordano Gabriele Sandri - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

mercoledì 11 novembre 2020

11 novembre 2007: gli striscioni laziali ricordano Gabriele Sandri



Con l'affissione di striscioni gli ultras della Lazio hanno ricordato Gabriele Sandri, il noto dj della Capitale e tifoso biancoceleste, ucciso tredici anni fa da un colpo di pistola sparato dall'agente Luigi Spaccarotella nei pressi dell’area di servizio di Badia al Pino, sulla A1, dove Gabbo era di passaggio mentre andava in trasferta a San Siro per la gara della Lazio contro l’Inter. A seguire un post di qualche anno che ricostruisce la vicenda.


Potrebbe interessarti: https://www.romatoday.it/sport/gabriele-sandri-morte-tredici-anni-striscioni.html

Che cosa è cambiato d’allora? Qualcosa. Spaccarotella in appello è stato condannato a 9 anni e 4 mesi per omicidio volontario per dolo eventuale (la consapevolezza che la sua condotta sconsiderata poteva provocare la morte) e poi a risarcire all’erario metà dei 3milioni e centomila euro di danni riconosciuti alla famiglia. Nel 2011, come ricordato nel video da Paola Frassinetti, è stata collocata una targa ricordo sul luogo della tragedia.LEGGI TUTTO
11 novembre 2007: l'agente Spaccarotella uccide Gabriele Sandri

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700