martedì 20 settembre 2016

Città Metropolitana di Napoli: destre unite sotto Forza Italia, fuori Lettieri e Nonno

(G.p)Sono cinque le liste che concorreranno per il rinnovo del consiglio Metropolitano di Napoli: Forza Italia, Partito Democratico, Movimento Cinque Stelle, Area Popolare e la lista De Magistris sindaco.
Il corpo elettorale composto da 1536 aventi diritto al voto tra sindaci e consiglieri comunali in carica dovrà eleggere domenica 9 ottobre 24 rappresentati che resteranno in carica
per ben cinque anni.
Al momento della presentazione delle liste, avvenute nella giornata di lunedì 19 settembre  non potevano non mancare colpi di scena. Forza Italia, nella propria lista è riuscita nell'impresa di ospitare, in virtù di un accordo politico preso con i rispettivi partiti, anche un candidato di Fratelli d'Italia, Salvatore Castiglione, consigliere comunale di Procida ed un candidato di Azione Nazionale, raggruppamento che comprende i cosiddetti quarantenni sconfitti all'ultima assemblea della Fondazione Alleanza Nazionale, il napoletano Andrea Santoro.
L'accordo iniziale tra Stefano Caldoro, leader dell'opposizione in consiglio comunale e Luigi Cesaro, deputato con il deputato di Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale Marcello Taglialatela prevedeva la creazione di una lista unitaria di centro destra sotto un simbolo nuovo. Qualcosa però non ha funzionato. La lista unitaria è rimasta viva e vegeta ma sotto il simbolo di Forza Italia, principale partito della variegata coalizione di centro destra. 
Esprime soddisfazione per la presenza di una lista unitaria di centro destra Enzo Rivellini, coordinatore di Napoli Capitale che in una nota, diffusa alla stampa dichiara:" la lista che presenta il simbolo di Forza Italia rappresenta l'intero centro destra perché è composta anche da candidati di Napoli Capitale con la partecipazione finanche di chi, alle ultime elezioni amministrative, ha avuto un percorso diverso( Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale ndr), tutto ciò fa di Napoli un fondamentale laboratorio politico.
La lista De Magistris Sindaco è composta da candidati dei Verdi, la Città, Dema, in Comune a Sinistra, Riformisti Democratici con De Magistris sindaco racchiude le diverse anime che compongono la variegata maggioranza di via Verdi alle quali si aggiungono candidati espressione della vasta provincia.
Il Partito Democratico ha presentato una lista composta da 12 candidati, che secondo Vincenzo Carpentieri, segretario provinciale del partito del Presidente del consiglio Renzi, ha l'obiettivo di continuare a svolgere un ruolo da protagonista nel processo di costruzione del nuovo ente metropolitano. 
Parteciperanno alle elezioni per il rinnovo del consiglio metropolitano anche Area Popolare, guidata da Domenico Palmieri, consigliere comunale a Napoli ed il Movimento Cinque Stelle in cui spicca il nome di Matteo Brambilla candidato a sindaco delle terza città di Napoli alle scorse amministrative.
A sorprendere è l'assenza dell'attesa lista di Marco Nonno, e dell'ex candidato civico alle scorse amministrative Gianni Lettieri.
I due consiglieri comunali sembravano intenzionati a presentare una propria lista ma alla fine non ce l'hanno fatta. In casa Forza Italia non fanno mistero che dopo le ultime dichiarazioni di Lettieri sul suo sostegno a Renzi per il referendum costituzionale l'imprenditore napoletano sia di fatto fuori dal partito.
Discorso a parte merita il consigliere Nonno che dal suo profilo facebook cosi commenta la mancata presentazione della lista alle elezioni per il rinnovo del consiglio della città Metropolitana: " le sfide si vincono e si perdono. Ci abbiamo provato: abbiamo messo insieme ben 96 firme e 10 candidati ma a meno di un'ora dalla fine ci siamo trovati con due defezioni inaspettate. Purtroppo la scadenza della presentazione era tassativa e quindi non ci siamo riusciti. Posso solo chiedere scusa a chi ha creduto e ci ha dato fiducia e ringraziare chi mi ha accompagnato in questa avventura.  Ci conteremo in un altro modo".


0 commenti:

Posta un commento