Immigrazione a Latina, CasaPound: "Il Comune blatera di accoglienza mentre la situazione in città è precipitata" - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Post Top Ad

Post Top Ad

martedì 9 agosto 2016

Immigrazione a Latina, CasaPound: "Il Comune blatera di accoglienza mentre la situazione in città è precipitata"

Immigrazione, intervento responsabile CasaPound Savastano


(G.p)Sulla questione legata al forte incremento del numero di immigrato a Latina, con una nota, diffusa alla stampa interviene anche Casa Pound attraverso il suo responsabile cittadino Marco Savastano, come ci racconta, con un interessante articolo, il sito di informazione locale Latina Today.
Articolo che riportiamo per interno.



Interviene anche CasaPound in tema di immigrazione e lo fa per voce del responsabile Marco Savastano che si sofferma sulla “questione legata al forte incremento di immigrati in città delle ultime settimane”.
La situazione è divenuta insostenibile - afferma Savastano nella nota -, la città è preda di immigrati sbandati che bivaccano in città, soprattutto nelle zone della stazione, del mercato settimanale, ospedale, via don Morosini e a macchia di leopardo nei piccoli centri intorno a Latina.
Nonostante le nostre continue richieste, già da mesi, di avere da parte del commissario prima e dal sindaco ora un'anagrafe con i nomi e la situazione giuridica degli stranieri sul territorio comunale, le istituzioni hanno pensato ad altro e continuano a girare la testa dall'altra parte.

Il Pd comunale nel frattempo lancia proposte schizofreniche paventando un impiego delle ‘risorse’ per piccoli lavori pubblici dando l'ennesimo schiaffo ai disoccupati latinensi” prosegue il responsabile di CasaPound.
Comune e istituzioni blaterano di accoglienza ma la città è al collasso, allarmata anche dalle indagini della magistratura che hanno dimostrato un collegamento tra immigrazione e terrorismo internazionale; la soglia della sicurezza percepita si è abbassata notevolmente in una Latina, già gravata da molti problemi strutturali; l’annuncio dell’arrivo di un altro centinaio di supposti profughi aumenta la tensione” conclude la nota



Nessun commento:

Posta un commento

Banner 700