giovedì 7 luglio 2016

CATEGORIA:

Omicidio di Fermo, la supertestimone ribalta tutto: Loro gli aggressori


(G.p)L'altra versione dei fatti circa la tragica morte del nigeriano Emmanuel ci viene data, dal Quotidiano Nazionale Resto del Carlino edizione di Fermo che con un interessante articolo del collega Fabio Castori che raccoglie la ricostruzione dei fatti di Pisana Bacchetti una donna di Fermo che si trovava in viale Veneto.
Una ricostruzione che ribalta quanto precedentemente scritto anche dai principali quotidiani nazionali.
Di questa altra versione dei fatti, pubblicamente ringrazio un nostro attento lettore fermano  che ci ha inviato tramite e mail questo articolo che volentieri rilanciamo mentre vi segnalo le riflessioni sulla vicenda del fondatore di questo blog, Ugo Maria Tassinari, nell'Alter Ugo

Purtroppo ho assistito alla scena ed ho visto che il giovane fermano, prima di sferrare il pugno, è stato letteralmente assalito dalla vittima e da sua moglie. Lo hanno picchiato per quattro o cinque minuti e lo hanno colpito anche con il palo di un segnale stradale.
A parlare è Pisana Bacchetti una donna di Fermo che per prima ha avvisato la polizia e che ha assistito  alla tragedia consumatasi martedì pomeriggio. Ero presente -aggiunge la donna che ha raccontato quanto accaduto anche agli inquirenti- e voglio precisare che quel povero ragazzo nigeriano, prima di cadere a terra per un pugno subito, si è reso protagonista di un vero e proprio pestaggio del 39enne fermano. 
Per quattro o cinque minuti è stato attaccato simultaneamente dal giovane di colore e da sua moglie. Lui (Emmanuel ndr) addirittura lo ha colpito con un segnale stradale facendolo cadere a terra e poi ha continuato a picchiarlo.
Quando ho visto quella scena, ho chiamato la polizia perché temevo per l'incolumità del 39enne fermano che ha reagito con un colpo, purtroppo per la vittima, ben assestato. Qualcuno ha cercato di intervenire, ma è stato preso a scarpate dalla moglie del giovane di colore.
Casualmente sono giunti sul posto gli agenti della polizia municipale, perché nel frattempo, la moglie di Emmanuel aveva fatto una telefonata ed erano arrivati una quindicina di nigeriani pronti ad entrare in azione. 
La donna, ancora sconvolta conclude con una considerazione personale : poi diventa facile parlare di razzismo, ma dovevate esserci per capire la furia dell'aggressione ai danni di quel fermano.

28 commenti:

  1. I governanti quaquaraqua,difendono il nigeriano,prima sapere la veriata'

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In verita' I "Giornalai" di fermo e qualche razzista locale sono gli unici che difendono l' ultras italiano senza sapere la verita' Infatti L italiano razzista ed ultras e' stato arrestato x omicidio prerintenzionale

      Elimina
  2. Bene, restiamo in attesa delle foto del "povero fermano" che avrà addosso senz'altro le conseguenze del terribile "pestaggio" di cui è rimasto, lui, "vittima". Giusto? Un solo commento: fate schifo.

    RispondiElimina
  3. Imola Oggi, Il Primato Nazionale, Fasci Nazione... Tutte testate attendibilissime. Abbiate la decenza di starvene in silenzio perlomeno!

    RispondiElimina
  4. Questa 'testimone' è da galera immediata per offesa alla pubblica intelligenza

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti ,prima dice che l'ho hanno picchiato per più di 5 minuti ,poi lui si è rialzato e con un solo cazzotto ha ucciso il ragazzo nigeriano , se stava zitta era meglio !

      Elimina
  5. ... e se la verità fosse davvero questa?!? Parlate subito in difesa dei "non italiani" senza porvi il beneficio del dubbio... in Italia si pensa subito che i primi delinquenti siano gli italiani stessi.... povero paese mio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma se la verità fosse questa, cosa cambierebbe? Un soggetto di estrema destra (poteva anche essere di estrema sinistra per me) notoriamente noto per atti violenti (è oggetto di DASPO allo stadio) offende la moglie di un uomo che reagisce, dalla rissa che ne consegue ci scappa il morto. Quindi la notizia, cioè che una persona notoriamente razzista e violenta uccide un uomo, non cambia di una virgola. Inoltre la ricostruzione di questa signora andrebbe verificata, perché una persona presa a pugni e colpita con un palo di ferro per più di 5 minuti non dovrebbe potersi muovere. Detto questo una ricostruzione reale è che l'uomo di colore ha reagito e ci è scappata la rissa in cui magari stava avendo la meglio, sfortunatamente è morto.

      Elimina
    2. Il sindaco di fermo ha detto che era comunista

      Elimina
  6. Tutti i tg dettero la notizia come dichiara la testimone .. ma voi leggete e ascoltate solo quello che vi fa comodo ? Non so chi abbia ragione , so che c'è un morto e mi dispiace , mi dispiace anche leggere che chi difende un italiano è fascista.. provo pena per i razzisti , anche per i razzisti verso gli italiani

    RispondiElimina
  7. pubblica SUBITO le foto del "Povero Fermano..." massacrato per aver dato della scimmia ad una signora col solo intento di ?... dimostrare di? voler dare prova di ?...

    RispondiElimina
  8. Ma siamo sicuri che alla fine il ragazzo fermano, veramente a chiamato "scimmia" quella donna?

    RispondiElimina
  9. Nero bianco giallo verde la legge parla chiaro...ad una offesa (ammesso che ci sia stata) si risponde con un offesa non con un cartello stradale in tata. Il ragazzo si è difeso e si può tranquillamente parlare di LEGITTIMA DIFESA Senza eccesso visto che il nigeriano lo ha piu volte colpito con un ferro. Miei cari razzisti verso gli italiani, questa volta avete Cannato in pieno. E che vi sia da monito: qui la gente si é stufata di soccombere dinanzi alla prepotenza dello straniero

    RispondiElimina
  10. purtroppo il vero problema e che sono le istituzione a metterci uno contro l'altro,che sia bianco,rosso, o nero,purtroppo dietro a questa gente immigrata c'e' solo speculazione da parte di tutte le istituzioni,se pensate che qui nel fermano gli fanno prendere a gratis patente e danno un auto in comodato d'uso "per poterli far integrare", mentre ci sono famiglie di italiani che hanno sempre pagato tutto ,costrette a rovistare nella spazzatura oppure a cercare gli scarti al mercato, ovviamente non e che mettono mano al loro portafogli,siamo tutti bravi a dare per conto altrui...............mi dispiace dell'accaduto,solo questo conta

    RispondiElimina
  11. ...io sono di colore: colore bianco... italiana... in un paese libero dove si tutelano tutti... tuteliamo anche chi ha un'idea e un identità diversa dalla social globalizzazione che ci obbliga ad affermare che siamo tutti uguali... No io non sono uguale a nessuno... libera di esprimere un dissenso sullo sbilanciato modo di accogliere le difficoltà di italiani e stranieri... se si cade nell'espressione rabbiosa allora offendo e la violenza è una difesa? Usare parole anche offensive non da diritto alla violenza... se non ti sta bene mi rispondi con le parole... se mi tocchi io mi difendo... può andare bene o male... ma ricordo che esiste la libertà e se c'è non esiste censura e quindi non esiste violenza... la politica? il razzismo? ...idee diverse? Rispettatele... e non accadrà nulla. Non cerchiamo di imporre niente a nessuno... Ma le nostre idee possiamo ancora esplicitamente esprimerle che vi piaccia oppure no non saranno le botte o la prigione a cambiarle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A mio parere qui si urla al razzismo ad ogni singola cosa, il razzismo é solo una scusa. Io la scorsa settimana mi sono presa un pugno in bocca, da una nigeriana piena di precedenti, ma libera di agire!! E tutto questo perché mi ero messa in mezzo tra lei e la collega che la stava sanzionando perché era senza titolo di viaggio sul bus! Ha provato più volte a spintonarmi per arrivare alla collega quando ha visto che non mi muovevo ha sferrato il colpo! E lei perché la stavamo sanzionando ha urlato al razzismo!! La legge é razzista perché una persona simile non dovrebbe essere libera di circolare!! Una persona così bianca o nera che sia é una bomba a orologeria!! Non faccio di tutta un erba un fascio ma a Bologna le persone più aggressive sono le nigeriane dopo viene tutto il resto! Sputano alzano le mani all'impazzata solo se non stai ai loro ordini. Questo non é razzismo ma dati di fatto!

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  14. http://www.ilrestodelcarlino.it/fermo/nigeriano-ucciso-testimone-mancini-1.2325426

    RispondiElimina
  15. questo articolo fa pena, mettiamo il caso che sia vera la versione della supertestimone, non racconta però come poi gli altri ultras lo abbiano ucciso. cioè costei ha raccontato solo la parte in cui i nigeriani attaccavano il firmano.

    RispondiElimina
  16. Per tutti i razzisti verso gli italiani........mi sono rotto di sentire era fascista come se fosse una cosa negativa....ognuno ha la sua ideologia ma nn per questo si deve fare di tutta un erba un fascio...studiate bene e documentatevi prima di parlare...fascismo razzismo e nazismo sono tre diverse ideologie...e considerate che la mentalità fascista è nata 500 anni prima di Cristo....studiate per favore.

    RispondiElimina
  17. queste orribili vicende accadono x il semplice motivo che il razzismo viene fatto a noi italiani no agli extracomunitari da parte del nostro governo a cominciare dalla Boldrini la Kengie e Alfano e tutti quelli che ci speculano sopra.Io vedo tanti di questi nigeriani che girano a bande e fanno da padroni e sfruttano le loro donne e rompono le scatole a donne italiane e quando trovano duro ci accusano di razzismo ma perche vengono qui e non se ne stanno a casa loro di quelli che vengono in Italia se ne salva 1 su cento gli altri sono prepotenti e delinquenti

    RispondiElimina
  18. E' stata una tragedia per definizione, l'uomo colpito al volto ha battuto la testa sul marciapiede, punto. Se non fosse sbattuto sul marciapiede avrebbe continuato l'aggressione.
    Non vedo omicidi.
    Leviamo la comonente "razziale", un uomo insulta la moglie di un altro uomo, per strada, questi reagiscono, nasce la colluttazione, in un primo momento i cogniugi hanno la meglio, la vittima si rialza e sferra un pugno al volte dell uomo, elgi cade all'indietro, batte la testa sul marciapiede e muore.
    Incidente. Terribile, assurdo tutto quel che volete ma di incidente trattasi. Ovviamente i media si sono lanciati sul cattivo razzista ex-ultra colpito da daspo, ma lo sappiamo che vivono per queste cose.

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.