venerdì 22 luglio 2016

Cagliari, sabato i militanti di Noi con Salvini in piazza contro i migranti


(G.p)I militanti cagliaritani di Noi con Salvini, costola centro meridionale della Lega Nord per l'indipendenza della Padania hanno organizzato una manifestazione dal titolo Stop invasione per sabato 23 luglio in piazza della Stazione luogo simbolo del passaggio dei migranti, ma il coordinamento anti fascista cagliaritano non ci sta e minaccia di occupare la piazza per impedire il regolare svolgimento della manifestazione perché definita xenofoba, come ci racconta il sito di informazione sarda Sardinia post con un interessante articolo che pubblichiamo per intero.



L’appuntamento è per domani, sabato alle 16 in piazza Matteotti, a Cagliari: i militanti di Noi con Salvini hanno organizzato una nuova manifestazione contro i migranti. Con lo slogan ‘Stop invasione’ scenderanno in strada proprio nella piazza della Stazione, luogo-simbolo del passaggio dei migranti in città e al centro delle polemiche, e marceranno fino al palazzo del Consiglio Regionale.

“Chiederemo alle autorità decoro, sicurezza, ordine pubblico. ORA BASTA”, scrive Daniele Caruso  portavoce del movimento salviniano. Le adesioni non si fanno attendere: “Liberiamo l’Italia dai clandestini parassiti”, “Rivogliamo la nostra terra, pulita, non vogliamo clandestini che dobbiamo mantenere, vogliamo sicurezza”, “Se non facciamo un gran casino questi diventeranno i padroni” sono alcuni dei commenti che si leggono a margine dell’invito. Su Facebook, almeno per ora, hanno confermato la partecipazione 126 persone; all’ultima manifestazione organizzata in piazza Palazzo, nel quartiere cagliaritano di Castello, con lo slogan “Basta immigrazione” i militanti neofascisti presenti erano una quarantina.

I cagliaritani non ci stanno: il Coordinamento Antifascista cagliaritano, composto da associazioni, studenti, movimenti e cittadini, ha intenzione di occupare la piazza “per impedire che si possa svolgere la marcetta xenofoba”. “La manifestazione contro i migranti organizzata da Noi con Salvini – scrivono gli organizzatori – avviene a poche settimane dall’omicidio di Fermo in cui Emmanuel, richiedente asilo politico nigeriano, ha trovato la morte per mano di un simpatizzante leghista e militante di Casapound. Molte sono le associazioni fasciste che tramite le affermazioni dei loro componenti non hanno disconosciuto il gesto e difendono tutt’ora un assassino razzista, tra questi anche gli esponenti isolani di Noi con Salvini promotori del corteo di sabato. Fascisti e razzisti pretendono di scendere in piazza a Cagliari , mascherando grossolanamente, da proposta di buon senso a vere e proprie campagne di guerra fra poveri, veicolando lo stesso odio razziale che che è stato alla base del vile omicidio di Emmanuel”.

Una settimana fa Cagliari ha accolto un’altra manifestazione antirazzista: trecento persone si sono radunate in piazza Costituzione, sotto la scalinata del Bastione di Saint Remy, per dire no al razzismo contro i migranti

0 commenti:

Posta un commento