sabato 30 gennaio 2016

Una nota del Viminale difende le ragioni di CasaPound contro la figlia del poeta - L'alter-Ugo

E’ una causa che si trascina da anni quella tra la vedova de Rachewiltz, figlia di Ezra Pound e Gianluca Iannone, leader di CasaPound. Materia del contendere: il diritto del movimento fascista di usare il nome del poeta alle cui idee politiche ed economiche rigorosamente si ispira. Il giudice civile ha pensato bene, per chiarirsi le idee, di rivolgersi alla polizia chiedendo una nota informativa sui “fascisti del terzo milennio”. L'esito è sorprendente. Leggi tutto:
http://www.ugomariatassinari.it/casapound-viminale/#sthash.0abA3bPb.dpuf

0 commenti:

Posta un commento