mercoledì 16 dicembre 2015

CATEGORIA:

Ricordando Tonino Torre nel terzo anniversario della sua scomparsa


.A tre anni dalla scomparsa un ricordo "sentimentale" di Tonino Torre, l'ultimo leader della destra radicale, scritto da Pasquale Gargano,  uno dei tanti giovani da lui iniziati all'impegno politico. Con poche parole, come gli sarebbe piaciuto
.
"Non usate alcuna parola superflua, alcun aggettivo che non riveli qualcosa". Il comandante, così ci piaceva chiamarlo, era fatto così. Un uomo che non regalava aggettivi al vento, un amico che sapeva consigliarti sempre per il meglio e che oggi a tre anni dalla scomparsa ci lascia in eredità il suo ricordo ed un bagaglio d'esperienza, un dono prezioso per chi come noi ha avuto l'onore di conoscerlo. 
Un valore, un legame fraterno che va oltre la vita terrena, una virtù che si materializza quando puoi condividere l'idea politica con una persona speciale, una freccia che è scoccata quando ho conosciuto Antonio Torre.
 Tonino, in questo modo lo chiamavano affettuosamente i ragazzi del CUIB di Viale Elena, una maniera affettuosa per chiamarlo, un modo a cui io stesso ho fatto fatica ad abituarmi, essendo l'ultimo arrivato.
 L'uomo nuovo, un modello da seguire per edificare il domani. Un leader sempre presente che ti faceva sentire al sicuro, sempre pronto a difendere i suoi ragazzi.
Queste parole non possono avere un solo autore, credo che esprimendo questi concetti che si possono sintetizzare in poche righe, penso che  questo memento costituisca il pensiero di chi ha vissuto la militanza politica accanto al Comandante Tonino Torre,"Amici che hanno tutti gli occhi neri e capelli che non conoscono il vento".

2 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.