giovedì 10 dicembre 2015

CATEGORIA:

Note meno note 5/Claudia racconta Massimo Morsello tra musica e lavoro






Per la quinta puntata di Note meno note, Alessandro Alberti, autore di Radio Alternative, interessante libro sulla storia delle radio libere di destra ed esperto di musica alternativa dagli anni 60 ai nostri giorni, ci parla di Massimo Morsello, il De Gregori nero, narrandoci alcuni episodi della vita artistica e militante di Massimino, grazie alla testimonianza della moglie Claudia.

Dopo il 1978 Morsello inizierà ad essere sempre più conosciuto sull'onda della sua esibizione al secondo Campo Hobbit tenutosi a Fonte Romana in Abruzzo. Comincerà a dare un contributo notevole nell'ambito della Musica Alternativa.
Si verificherà però un fatto che segnerà profondamente la sua vita, sia da un punto di vista umano sia per le conseguenze giuridiche. Il 10 gennaio 1979 un anno dopo Acca Larentia, sarà presente con altri giovani ad una manifestazione non autorizzata a Centocelle.
In quel contesto si verificarono violenti scontri e il cantautore vide cadere accanto a sé colpito alla nuca Alberto Giaquinto, un giovane neofascista che morirà poco dopo, a soli diciassette anni.
La moglie di Morsello, Claudia ricorda quel fatto:" Benché non conoscessi Alberto, a casa se ne parlò, anche se Massimo era abbastanza restio a parlare di fatti politici. Capii però che in quel frangente il dolore per la perdita di un amico e suo camerata fu devastante". Aggiunge Claudia: " Massimo è stato un bravo marito, premuroso, attento ma aveva inizialmente la propensione a non parlarmi troppo della sua militanza politica. Con gli anni migliorerà anche questo aspetto". Morsello si presenterà al processo come testimone oculare contro l'agente che aveva sparato a Giaquinto, ma sarà lui stesso ad essere incriminato con l'accusa di devastazione e saccheggio per aver partecipato a quella manifestazione. Ricorda Claudia: "Massimo restò molto deluso perché non fu certo un episodio di ricerca della verità".
Ma mentre Massimo continuava a comporre musica e testi, i problemi con la giustizia non terminarono. Durante gli anni di piombo venne incriminato e condannato più volte. In particolare perché essendo militante del FUAN di via Siena venne considerato membro dei NAR (Nuclei Armati Rivoluzionari). In seguito verrà condannato nell'ambito del processo denominato "NAR 1" a 8 anni e 10 mesi di reclusione. Non scontera' mai quella condanna perché latitante in Inghilterra dal 1980.
L'esilio fu vissuto da Morsello con molta tristezza come ammette anche Claudia. E dopo una serie di vicissitudini delle quali successivamente narreremo darà vita assieme a Roberto Fiore alla " Meeting Point" società parallela alla " Easy London". Easy London era la struttura italiana che mandava i ragazzi alla MPOINT di Londra, società che forniva alloggio e lavoro a quanti avessero voluto stabilirsi in Inghilterra.
Rammenta Claudia:" Dal punto di vista dell'opportunità lavorativa l'Inghilterra ci ha permesso di lavorare e di trarre dal nostro lavoro un riscontro economico più che soddisfacente. Fu in questo contesto che Massimo grazie anche ad un suo cugino francese, musicista meticoloso, molto attento ai dettagli, ritrovò lo spirito adatto per rivedere molti suoi brani, riarrangiarli e anche per comporne di nuovi".
Inoltre: " L'Inghilterra ci ha offerto molto, ma oltre al lavoro non c'erano svaghi particolari. Lo stesso paesaggio "piatto" non offriva diversivi, faceva si che visitato un posto, poi ci sembrava di averli visti tutti, da li Massimo riprese a suonare. Sia per passione, sia per rompere la monotonia, dopo giornate di duro lavoro".
La storia di Morsello come si evince dalla testimonianza di Claudia è stata particolarmente ricca di vicissitudini. Ringrazio la moglie del cantautore per avermi permesso di raccontare aspetti poco conosciuti al pubblico. Nei prossimi pezzi dedicati al cantautore il suo prezioso aiuto servirà per dare un senso più umano all'artista, al militante, al politico e imprenditore Massimo Morsello. Saranno veramente articoli di note meno note alla maggioranza dei lettori, con un contributo di particolare valore e importanza.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.