martedì 22 dicembre 2015

CATEGORIA:

Napoli, la candidatura di Lettieri divide il mondo frastagliato degli orfani di AN

Mancano poco più di sei mesi alle elezioni comunali di Napoli e nel centro destra caos ed anarchia governano sovrani. Il candidato ufficiale di Forza Italia è l'imprenditore prestato alla politica Gianni Lettieri, sconfitto cinque anni al secondo turno da Luigi De Magistris. Godrebbe anche dell'appoggio e del sostegno di Rivoluzione Cristiana, il partito di Gianfranco Rotondi e del Nuovo Psi di Stefano Caldoro, mentre il mondo riconducibile all'ex Alleanza Nazionale immagina un altro candidato sindaco.
Infatti gli ex An, ora confluiti in Azione Nazionale, irrompono nel quadro politico, già ben confuso, del centro destra in vista delle amministrative di Napoli e invocano, come panacea per tutti i mali, le primarie per la scelta del candidato sindaco.
La richiesta arriva da Pietro Diodato, Enzo Rivellini, Salvatore Ronghi, Andrea Santoro, che ieri, nel corso di una manifestazione politica, hanno lanciato il guanto di sfida a Lettieri.
"Non condividiamo il metodo dell'auto candidatura come fatto finora da Lettieri. Le primarie del centro destra sono fondamentali per garantire la partecipazione democratica - sostengono gli esponenti di Azione Nazionale - per far sì che siano i napoletani a scegliere il candidato della coalizione e anche per aggregare il centro destra attorno ad un vero progetto politico per Napoli Capitale".
Il leader dell'opposizione di centro destra riesce nell'impresa di non godere del sostegno di nessuno dei vari partiti nati dopo lo scioglimento di Alleanza Nazionale, che si presenterebbero come alternativa.
E' difficile immaginare che Gianni Lettieri accetti di partecipare alle primarie di coalizione, essendo in campo, come aspirante candidato sindaco, da oltre un anno.
A questo punto, Azione Nazionale potrebbe decidere di partecipare alla comunali di Napoli, con un proprio candidato sindaco e con proprie liste.
Per poter definire un serio progetto politico Azione Nazionale ha annunciato la costituzione di forum tematici sui grandi problemi della città, coinvolgendo i territori, l'associazione, le dieci municipalità.
Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, seconda forza politica del centro destra partenopea, vorrebbe un nome condiviso con tutto il centro destra, augurandosi che la decisione del candidato sindaco di Napoli sia affrontata in modo collegiale, sperando quindi che Lettieri faccia un passo indietro, anche per facilitare una candidatura unitaria, altrimenti è pronta ad una corsa in solitaria, candidando l'onorevole Marcello Taglialatela a sindaco.

La candidatura in solitaria di Fratelli d'Italia non troverebbe però il gradimento dei 2 consiglieri comunali del partito Marco Nonno e Vincenzo Moretto schierati al fianco di Gianni Lettieri.
Marco Nonno, in una nota, diffusa alla stampa dichiara: "Lettieri deve essere sostenuto senza tentennamenti, dal centro destra in maniera unitaria per diversi motivi. Innanzitutto – prosegue Nonno – è stato l’unico candidato sindaco arrivato al ballottaggio ad essere rimasto in consiglio comunale a fare opposizione, rispettando il mandato ricevuto dagli elettori. In secondo luogo ha mantenuto un contatto diretto con la città, ascoltando problematiche ed individuando soluzioni. Lettieri va sostenuto secondo i criteri della coerenza, della meritocrazia e della concretezza. E occorre partire subito con la campagna elettorale, per puntare ad una vittoria netta già al primo turno”.


.

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.