domenica 29 novembre 2015

Ritorna Alemanno “L’area di destra è viva e vitale. Azione nazionale nasce dal basso per costruire una forza di destra”


(G.p) Ridare forza alla destra, per non morire leghisti di rito salviniano. Partire dal basso, mettere in 'movimento' liste civiche, circoli locali, associazioni, categorie, pezzi di società civile e rispondere ad una domanda di 'destrà che esiste. È  questo l'obiettivo, davvero ambizioso di Azione Nazionale che sabato 28 novembre- ha riunito più di mille persone da tutta Italia al Teatro Quirino di Roma, per la ufficiale presentazione del movimento. Il quotidiano on line Tribuna Politica web, con un interessante articolo, che proponiamo per interno, ci racconta il ritorno in campo di Gianni Alemanno, dopo l'esperienza conclusa negativamente con Fratelli d'Italia Alleanza Nazionale.

Ritorna Alemanno “L’area di destra è viva e vitale. Azione nazionale nasce dal basso per costruire una forza di destra”




Ridare forza alla destra. Partire dal basso, mettere in ‘movimento’ liste civiche, circoli locali, associazioni, categorie, pezzi di società civile e rispondere ad una domanda di ‘destra’ che esiste. E’ l’obiettivo non poco ambizioso di Azione Nazionale che oggi – Inno di Mameli e Marsigliese in apertura – ha riunito più di mille persone da tutta Italia al Teatro Quirino di Roma, per la ufficiale presentazione del movimento.  Tanti i quarantenni, diversi ex An. Tra i promotori Gianni Alemanno, in platea Francesco Storace, Roberto Menia, Giuseppe Scopelliti, Pasquale Viespoli, Francesco Aracri, Mario Landolfi, Domenico Nania e Fausto Orsomarso, portavoce del Movimento. “L’area di destra è viva e vitale – dice Alemanno al termine dell’incontro – e Azione Nazionale, contraria ai verticismi che animano l’attuale centrodestra, nasce dal basso per questo, per costruire una forza di destra nazionale. Non un partito, ma la riaggregazione a partire da liste civiche della destra“. Di stretta attualità i temi del manifesto programmatico presentato. Da un impegno diretto dell’Italia nella guerra contro l’Isis, con un intervento militare di terra, al censimento dei luoghi di culto islamico e degli Imam, fino ad un più incisivo modello di integrazione. Dalla moratoria delle trattative per l’Accordo transatlantico di libero scambio (TTIP), all’obbligo di riservare il 30% degli investimenti pubblici al Sud del Paese, ad un New Deal italiano per il rilancio del Paese, a politiche per la famiglia ed quoziente familiare. Ma è il tentativo di “colmare il vuoto di Destra che c’è nell’attuale offerta politica” il cuore del manifesto politico.  Lo spiega il portavoce Orsomarso: il centrodestra può risorgere solo se si rimette in gioco “dal basso”, attraverso “primarie a tutti i livelli” e un tavolo programmatico per un nuovo “progetto Paese” e il confronto sistematico con categorie produttive, autonomie funzionali ed organizzazioni della società civile”. Ecco perciò “un’alternativa al salvinismo“, per un centrodestra “davvero alternativo alla sinistra renziana e all’antipolitica”.

1 commento:

  1. INCREDIBILE ALEMAGNO HA ANCORA IL CORAGGIO DI PRESENTARSI IN PUBBLICO!

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.