mercoledì 18 novembre 2015

CATEGORIA:

Buttafuoco: l'esempio da seguire è Putin, sceso in guerra senza starnazzare contro l'Islam

(G.p) L' italica destra, divisa in mille rivoli, è destinata a ricadere tra le braccia del redivivo "fallacismo" di ritorno? Gli ultimi venti anni di storia, tra guerre preventive e finte primavere arabe non hanno insegnato nulla? Esiste un'alternativa credibile, seria, organizzata a destra? 

Su questi temi Il collega Antonio Rapisarda, dalle colonne de Il Tempo, storico quotidiano romano, intervista il giornalista e scrittore Pietrangelo Buttafuoco.
Intervista che pubblichiamo per intero

Penose le Destre "Bar Sport" Si salva solo Marine Le Pen

Parla Buttafuoco: «L’esempio da seguire è Putin È sceso in guerra senza starnazzare contro l’Islam»


Buttafuoco, entriamo per un attimo nel famoso «Bar Sport» della destra. Spieghiamo agli avventori che cos’è l’Isis.
«Siamo dentro una grande confusione. I grandi alleati d’Italia, d’Europa e degli States nel Medioriente, cioè gli Emirati e l’Arabia saudita, sono stati accusati da Vladimir Putin di essere stati i finanziatori dei terroristi, di coloro i quali utilizzano la religione per piegarla alla loro volontà criminale. A sua volta l’Italia, l’Europa e gli States sono nemici dell’Iran e della Russia che, da soli, stanno combattendo sul terreno contro l’Is».
Dove sbaglia questa destra?
«A non fare esattamente quello che Putin sta facendo: trarre, cioè, delle conseguenze militari, sul terreno dello scontro, e dall’altro lato, tutelare le identità, le storie e le civiltà che sono proprie di un’identità imperiale quale è quella della Russia. Tant’è vero che a differenza della destra da “bar sport” che si proclama putiniana e poi starnazza contro l’Islam, Putin ha risposto inaugurando il 27 febbraio a Mosca la più grande moschea d’Europa».
Lei scrive, parafrasando Oriana Fallaci, che questa destra «confonde l’odio per la rabbia, l’ignoranza per l’orgoglio». Con chi ce l’ha?
«Con il sentimento diffuso, anche in buona fede, di chi, non avendo a disposizione la conoscenza dei fatti si lascia trascinare dalle opinioni. Ha ragione Paolo Romani: purtroppo l’opinione pubblica è orientata più da Barbara D’Urso che da Lucio Caracciolo. E i danni si vedono nelle reazioni della stessa opinione pubblica».
Lei definisce il militante dell’Isis «il cretino della porta accanto, terrorista e modernista». In che senso?
«Non c’è alcuna differenza tra un fanatico assassino che si sostituisce a Dio proclamando il diritto di decidere il destino per il prossimo e chi nella storia ha creduto nel fondamento invincibile dell’ideologia. C’è un parallelo: così come questi tagliagole uccidono il prossimo, così i loro predecessori giacobini vendemmiavano teste con la ghigliottina».
Tutta la destra è al livello del «Bar Sport»?
«Ovviamente no. Grazie a Dio la destra ha delle voci potenti e importanti. A cominciare da Franco Cardini che queste dinamiche le sa spiegare bene. Tutti gli altri dovrebbero prendere esempio da Marine Le Pen, quando parla di “rabbia fredda”».
Ossia?
«Marine ha sospeso la campagna elettorale e giganteggia rispetto all’atteggiamento di Hollande che, per trovare a suo modo argomenti, si deve spostare a destra. L’alta politica Le Pen l’ha dimostrata quando ha spiegato che questo verminaio lo si deve estirpare alla radice, non nelle foglie che poi ricresceranno. Se non risolvi quella contraddizione, col fatto che si è alleati con quelli stessi che finanziano chi ti attacca, come è possibile uscirne? Se tu fai la guerra alla Russia come se ne esce?».

2 commenti:

  1. D'accordo con Buttafuoco; combattere il fondamentalismo senza però "gettare il bambino con l'acqua sporca"...

    RispondiElimina
  2. Domanda che vorrei fare a tutti sti camerati camelidi del mio Sinai ma poi direbbero che non importa cosa si crede, che i romani lasciavano liberta di culto, che lo stesso diceva Mussolini eccetera, quindi tutti alleati degli islamici nella lotta all'ebreo e all'occidentale....ma a sto Buttafuoco la domanda gliela farei..crede veramente in dio..o meglio nel suo caso, in Allah????? cioe uno che crede in Dio....e che anzi da cristiano culturalmente che era prende a credere in Allah... Poi per carita non lo ho mai letto e sara acutissimo, ma insomma....questo crede in Allah? vabbe. non gettiamo il bambino con l'acqua sporca.

    RispondiElimina

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.