martedì 23 giugno 2015

CATEGORIA:

Un sindaco del Cilento sul palco di Pontida: ecco la Campania leghista con Salvini

di Giuseppe Parente
Una ventina di militanti salernitani di Noi con Salvini, costola centro meridionale della Lega Nord,  dopo aver intrapreso un viaggio lungo 850 km ha raggiunto Pontida per il classico raduno leghista.
Guidati dal segretario provinciale Mariano Falcone, già consigliere comunale di Alleanza Nazionale a Scafati, da Nicola Marotta, sindaco di Roccagliorosa, piccolo comune del  Cilento, da Attilio Pierro già consigliere provinciale, i sostenitori salernitani del carroccio hanno vissuto, con entusiasmo e partecipazione la domenica di festa con il popolo leghista.  Al primo cittadino di Roccagloriosa è spettato l’onere e l’onore di rappresentare la Campania con un breve ma significativo intervento dal palco.
Veniamo qui, ha dichiarato Nicola Marotta, a rappresentare quella parte della regione che ha messo la faccia e la dignità al servizio esclusivo del proprio territorio, vogliamo restare in Europa a patto che non sia quella dei burocrati e dei banchieri ma dei popoli e del lavoro. Per quanto riguarda l’annoso problema della tassazione, il primo cittadino di Roccagliorosa, ha affermato, in conclusione, che bisogna eliminare la burocrazia, semplificando tutto.
Ascoltando, con la massima attenzione, le parole del sindaco Marotta, pronto ad organizzare una “Pontida” del sud si assume la consapevolezza che le idee-forza della Lega Nord stanno iniziando a penetrare, con forza, anche nel profondo sud dello stivale. Il merito di tutto ciò è da attribuire all’epocale svolta voluta da Matteo Salvini, che è riuscito nell’ardua impresa di fare proseliti in tutto il meridione, eleggendo già alle ultime elezioni amministrative diversi consiglieri comunali in Puglia e Sicilia e conquistando alle regionali pugliesi il 2,89% dei consensi, risultati mai raggiunti dalla Lega nel meridione.
Matteo Salvini, secondo Mariano Falcone, segretario provinciale di Noi con Salvini, ha un grande merito: quello di avere chiuso con il vecchio retro pensiero leghista puntando alla risoluzione dei problemi dell’interno paese. Noi leghisti salernitani, conclude Falcone,  ci riconosciamo in Matteo Salvini, leader politico capace di cambiare l’Italia. Le attività dei leghisti salernitani non terminano dopo il raduno di Pontida, per loro la militanza non va in vacanza, per cui venerdì 26 giugno con inizio alle ore 18, presso la libreria Mondadori,  di concerto con 2 associazioni identitarie come Tradizione e futuro e Circolo Proudhon hanno organizzato la presentazione del libro All’armi siam leghisti scritto dal collega Antonio Rapisarda ed edito da Wingsbert House.  

0 commenti:

Seguimi su Facebook

FOLLOWERS

Credits

Scrivi al Webmaster
Tuo Nome

Tua Email

Messaggio:

ad AC

Seguimi su Twitter

Ci seguono da...

Copyright © 2014 FascinAzione. Sito web: Antonio Cacace . Responsabile Sito web: Ugo Maria Tassinari . Contatti: umtfacetwitter@gmail.com
Il Blog sulla Fasciteria di Ugo Maria Tassinari.