Mantovani a Radio Popolare: a sinistra infuria la polemica - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

venerdì 6 maggio 2011

Mantovani a Radio Popolare: a sinistra infuria la polemica

" Da non credere! anche stamattina mantovani il candidato sindaco di fogna nuova si è piacevolmente intrattenuto con massimo cirri su radio popolare. e il bello è che i due conduttori se la ridevano pure alle sue battute. MA PORCA TROIA! CAZZO STA SUCCEDENDO?"
 Questa imprecazione ha aperto un interessante dibattito su Indymedia Lombardia a proposito della rinnovata capacità dei fascisti di "bucare" il sistema mediatico e sul rapporto con i media di movimento. Intanto i centralini della radio sono stati intasati dalle telefonate di protesta

sta succedendo

che abbiamo un cifra di infiltrati ecco cosa sta succedendo ed evidentemente si stanno lavorando i sempre più rincoglioniti giornalisti di RP
dai un'occhiata qua ai commenti dei sostenitori di RP, siamo pieni di nazi da qualche tempo che invadono indy, e prontamente sostengono RP....a me pare nu poco strano
http://lombardia.indymedia.org/node/38311#comments
RP boicotta le nostre iniziative, non è una stronzata è proprio così
bisogna andarci a fare 4 chiacchiere, perché se continuano io farei una campagna contro di loro perché si annullino tutti gli abbonamenti che si facciano sostenere dai nazi
SIAMO IN CAMPAGNA ELETTORALE CI SONO 8 CANDIDATI DI ESTREMA DESTRA STIAMO PORTANDO AVANTI CENTINAIA DI INIZIATIVE IN AMBITO CULTURALE E QUESTI CI IGNORANO PER DARE SPAZIO AI NAZI????
SOMMERGIAMO LA REDAZIONE DI FAX DI PROTESTA

Ha telefonato in diretta una

Ha telefonato in diretta una compagna di Torchiera incazzata nera e loro che le ridevano dietro hanno sostenuto che noi siamo poco inclini alla tolleranza verso il diverso e che infondo loro fanno informazione... e sono in par condicio.... MERDE! Senza contare il siparietto di quando il porco fognanuovista era in gioventù anche un compagno ma poi ha cambiato subito strada. E il ritrattino dei duri e puri della militanza degli anni '70???!!!!! Gli hanno dedicato un bel brano musicale in chiusura. Merde merde merde.

evidentemente bisogna

evidentemente bisogna sfrattarli a quelli di RP, hanno preso troppe mazzette ste merde-

Radio popolare

Ma chi se ne frega di Radio popolare?
E' una rete privata, che ospita chi cazzo vuole in piena libertà. Non stiamo a fare i censori, cazzi loro se vogliono ospitare i fascisti e dare spazio ad alcune voci sì altre no.
Io l'ho spenta. Anni fa. E ho acceso il cervello.

13:09

"hai acceso il cervello" grazie ma qui non si tratta di accendere il nostro cervello ma di spegnere quello di centinaia di miglaia di ascoltatori, questo fanno quando danno spazio a chi ha già molta, moltissima agibilità politica
neanch'io ascolto più RP, giusto i gr, ma sempre meno perché veramente sono penosi pure quelli
ma non possiamo permetterci di perdere pure quel canale
una volta soprattutto valli era molto vicino a torchiera
e comunque ognuno con le proprie caratteristiche in tutti i luoghi si portano avanti iniziative culturali di massimo rispetto in una città dove si affoga nell'aperitivo
e 'sti deficienti non ne amplificano alcuna e al contrario danno spazio a "dio padre famiglia"?
non voglio fare nomi ma un amico musicista abbastanza vicino ad una giornalista di RP oggi invia inviti e info su iniziative, questa manco gli risponde
a me è capitato con una mostra, stesso trattamento
stamane derisione a una di torchiera?
PEZZI DI MERDA!

Radio Popolare politicamente

Radio Popolare politicamente è ormai da decenni su posizioni centriste. A parte ALCUNI giornalisti o conduttori di trasmissioni (per lo più di intrattenimento o musicali), gli altri hanno sempre cercato di tagliare le gambe all'informazione dei gruppi autorganizzati, ecc...
Ma svegliatevi! Da quanto non ascoltate il microfono aperto della sera? I livelli sono ormai quasi quelli di Porta a Porta.

ragazzi, io ho qualche anno

ragazzi, io ho qualche anno in più di voi. ho sempre ascoltato radio popolare, a volte di più a volte di meno.
lo sapete che radio popolare ha fatto parlare i fascisti già nel '78 dopo acca larentia? ed è stato un bene, perchè censurare non serve a nulla. casomai li incalzi, li sputtani, cosa che è stata fatta nel micap dopo guicciardini. perchè io l'ho sentito e il conduttore l'ha sputtanato sul discorso della violenza. quindi mantovani ci ha fatto la figura di merda che un fascista deve fare. la figura del violento quale è.

20:15

Caro "qualche anno più dei ragazzi" l'hai sentita la trasmissione? si trattava di mero cazzeggio in aria amichevolissima e amorevolissima, e non di un dossier/ricerca sui fasci, radio popolare non è quella di allora. E che ne dici sulla parentesi di Marco Mantovani compagno in gioventù????? maddai.....

bah!

"Marco Mantovani fu un compagno". Parola di Radio Pop.

fino a quando continueremo a

fino a quando continueremo a stravolgere la realtà non andremo da nessuna parte.
di venerdì sera girano molteplici ricostruzioni, alcune estremamente fantasiose. Ma c'è un filmato che parla chiaro.
il candidato fascio, non solo non è stato sputtanato da radiopop, ma ha stravolto il clichè del nazi. si è presentato simpatico, piacevole, con senso dello humor.i due conduttori ridevano di gusto alle sue battute.
i fasci sono in evoluzione, hanno imparato ad usare i media, hanno stabilito contatti più o meno amichevoli con i giornalisti, usano la rete, hanno cambiato lo stile dei loro manifesti e della loro comunicazione.
vogliamo parlarne qui? preferiamo parlarne in altra sede? l'importante è che se ne parli seriamente. senza filtri e con intelligenza. al contrario saremo perdenti

confermata la notizia che

confermata la notizia che frediano manzi farà una conferenza in aspromonte giovedì prossimo.

mi pare chiaro che i fasci

mi pare chiaro che i fasci usano indy per mettere zizzania tra i compagni.

nn è che abbiamo bisogno

nn è che abbiamo bisogno dei fasci per la zizzania, mi pare
vecchi contro giovani, cs contro cs duri contro molli...

Qualcuno si ricorda cos'era

Qualcuno si ricorda cos'era radio città futura a roma? E qualcuno si ricorda le polemiche quando volle cambiare perché ai redattori andava stretto di essere considerati solo una radio di movimento?
Adesso quella radio, sostenuta negli anni dai soldi dei compagni che sottoscrivevano gli abbonamenti, è diventata una voce del peggior PD veltroniano, proprietà di alcuni e non più di tutti.

Sfrattarli da cosa? Ma che

Sfrattarli da cosa? Ma che cazzo dici? Radio Popolare non è tua, pezzo di merda.

Ma sfrattare cosa?

 ma che cazzo dici? ma cosa vuoi sfrattare? Chi sei, il PADRONE? Radio Popolare non è tua. Non ti piace? spegnila e non rompere i coglioni con questo linguaggio da fascista mascherato quale sei.

Chi è il padrone

Cosa c'entra Radio Città Futura? E soprattutto cosa significa "proprieta di alcuni e non più di tutti?" Radio Popolare, cosi come Radio Città Futura, o come Il Manifesto ecc. sono società private? Lo capite o no? Non è roba vostra. La proprietà collettiva non esiste. Quindi, se non vi piacciono questi media, lasciateli perdere, non è roba vostra. Punto. Createvi i vostri.

Radio Popolare Autonoma da

Radio Popolare
Autonoma da proprietà editoriali e politiche, è controllata dalla società cooperativa dei suoi lavoratori e da un vasto azionariato popolare, diffuso tra i propri ascoltatori (11.975 azionisti).
Non credo che questi 11.975 azionisti siano tanto d'accordo a dare spazio ai fascisti

e neppure chi ci lavora è

e neppure chi ci lavora è d'accordo con questa linea....a seguito dell'"amena" telefonata di quel bastardo ci sono state accese contestazioni all'interno della stessa...certo che così strada non se ne fa molta...specie se si campa perloppiù sugli abbonamenti di compagni più o meno in buonafede....
bettytrans

E tu che ne sai?

Di cosa pensa chi ci lavora? Sei uno o una di loro? ...sempre troppo ben informati certi post..

ciccio....lo so perchè ci

ciccio....lo so perchè ci lavoro...punto....credici o meno non mi cambia la vita...cmq sono in una posizione come deducibile dal mio nick che non posso tollerare che si dia spazio ai fascisti...per me antifascismo è soprattutto soppravvivenza....

ciccio....lo so perchè ci

ciccio....lo so perchè ci lavoro punto....per me l'antifascismo come deducibile dal nick è soprattutto questione di soppravvivenza....che altro ti occorre sapere....

12 commenti:

  1. brucia ad alcuni perchè (finalmente) ci si sta accorgendo che l'unica alternativa a questo sistema è nella destra racicale. i pseudo antifa ne sono solo il metadone. ecco perchè tanto attivismo in questi giorni, non per la paura di una dittatura ma per il timore della perdita di una rendita di posizione.

    RispondiElimina
  2. Ma ho forti dei dubbi che la Destra Radicale oggi sia la sola alternativa , almeno stando "da sola" ....

    Quello che brucia invece agli anti-fa congeniti, ovvero ammalati di un malattia sepolcrale incurabile ed antidiluviana, e di vedere che in molti a sinistra scoprono che perfino i fasci, a volte (...solo a volte), possono essere perfino ironici, nonchè auto-ironici, umoristici, disincantati ... insomma un po' alla Ecce Bombo ...

    Se il Fascio non è piu' dunque Orco, non è piu' topo di fogna, non è piu' brutalmente aggressivo, non violenta piu' bimbe e nonne, non fa stragi,e a volte è anche intelligente, che cazzo ci stò a fare, si domanda un anti-fa antidiluviano ...?

    Cerchiamo quindi tutti di essere pazienti e comprensivi con Jurrasic Park ...

    RispondiElimina
  3. qui la registrazione della trasmissione:

    http://soundcloud.com/marco-mantovani/la-terra-blu?utm_source=soundcloud&utm_campaign=share&utm_medium=facebook&utm_content=http%3A%2F%2Fsoundcloud.com%2Fmarco-mantovani%2Fla-terra-blu

    oppure: http://www.radiopopolare.it/fileadmin/notiziario/terra_04_05_2011.mp3

    dal minuto 29.30

    RispondiElimina
  4. pazzesco come una cosa normale come quella di radiopopolare venga recipita come un affronto ... e allora, più che altro, queste cose sono interessanti perchè lasciano emergere il marcio dell'antifascismo militante ... che non è un progetto politico, o meglio, che è l'unico progetto politico e prospettiva di vita di questi ragazzi che non fanno altro che, sotto le mentite spoglie di uno spauracchio chiamato "libertà", difendere i loro piccoli interessi comunitaristici

    RispondiElimina
  5. Vedete, quello che emerge da queste reazioni è la conferma ancora una volta dell'esistenza non di un antifascismo politico,discutibile e criticabile ma pur sempre di matrice politica, bensì di un antifascismo antropologico, persone che vivono o sopravvivono, come ha detto uno di costoro, solo in funzione di tale antifascismo. Beh, con gli antifascisti politici è giusto confrontarsi riconoscendo in loro pur sempre un interlocutore, con gli antifascisti antropologici non ci può che essere compassione e quando serve una risposta energica e intransigente sotto tutti i punti di vista.

    Filippo

    RispondiElimina
  6. ...quando il compagno Sansonetti è stato invitato ad un confronto al Presidio con Fiore, dopo una prima conferma, s'è cagato in mano e ha mandato una lettera di scuse per la sua defezione: azzittito dagli antifascisti.
    I compagni stanno facendo la bava come i cani rabbiosi... eccellente, dimostrano solo - con i loro commenti scomposti - di avere un grande bisogno del mostro contro cui puntare il dito... si contesta la persona, non gli argomenti.
    Se gli si toglie il mostro da additare, si sciolgono come neve al sole, son passati settant'anni ma i nipoti dimostrano di essere uguali ai nonni: poca cosa.

    RispondiElimina
  7. A me è sembrata una normalissima telefonata,avesse detto chissà poi cosa,ognuno è(giustamente) rimasto sulle proprie posizioni,anche scherzando un po'.
    Quella gentaglia è proprio malata,malatissima.

    O.

    RispondiElimina
  8. Ma ultimamente snaglio o c'è un ping pong tra fascinazione e Indymedia lombardia?

    RispondiElimina
  9. semplicemente temono il confronto, perchè non hanno nulla da dire.
    ve lo immaginate un rappresentante dei cessi sociali al posto suo? grande mantovani! FN Milano: il fascismo del...quinto millennio! ;-)))

    RispondiElimina
  10. Per ping pong intendevo che notizie apparse qua vengono riprese di là e viceversa. Fortunatamente non sono vittima di complottismo...

    RispondiElimina
  11. Ti spiego l'errore che commetti. Io non riprendo notizie dal newswire di Indymedia, che per sua natura non produce notizie: un dibattito non è una notizia, è un discorso, per usare un termine alla moda "una narrazione".
    Quanto ai post ripresi dal blog su Indymedia sono solo un pretesto per rilanciare provocazioni e calunnie a cui non intendo abboccare.

    RispondiElimina

Banner pubblcitario 700