Header Ads


Tisci: appello ai fratelli che non votano per il primo premier di Destra



GUCCINI VOTA CASINI

Ieri mentre leggevo questa notizia pensavo ai tanti (in verità pochi ma comunque tanti) provenienti da una storia militante come la mia che hanno deciso di non votare Fratelli d'Italia per motivi, distinguo, differenze etc...
Il caso ha voluto che l'altro ieri, in una botta di nostalgismo, tornando da Napoli mettessi "generazione '78" e mi si fissasse nella testa un rigo, un verso "il partito vecchia storia (...) con l'ambiguità di sempre".
Mancinelli parlava dell'ambiguità del partito di Almirante, Rauti, Romualdi etc....di quelli che oggi sembrano e sono dei miti della storia.
Guccini voterà Casini e lo farà perché ha letto Schmitt, sa che la politica è una cosa semplice, sj fonda sulla dicotomia amico/nemico.
Noi siamo stati bombardati dalle categorie del politico, le abbiamo citate anche per le battaglie politiche più semplici, al momento opportuno, però, qualcuno di noi fa i distinguo.
Oggi si può scrivere la storia, la grande politica, la Destra Italiana, la fiamma tricolore può essere il Primo Partito del Parlamento, esprimere il Presidente del Consiglio.
La destra al governo l'abbiamo già conosciuta, la destra alla guida del governo è un fatto epocale.
In Italia non era mai accaduto.
Perdonatemi il francesisimo: "non cacate il cazzo" e andate a votare a destra, come sempre avete e abbiamo fatto.
Davanti alle pagine di storia, i dettagli di cronaca sono irrilevanti.
Antonio Tisci/Facebook

Nessun commento:

Powered by Blogger.