Lucca: la Rete dei Patrioti manifesta contro il ddl zan - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

lunedì 9 novembre 2020

Lucca: la Rete dei Patrioti manifesta contro il ddl zan



 Una cinquantina di militanti toscani del Movimento Nazionale La Rete dei Patrioti,  armati di uno striscione riportante le seguenti parole A difesa dellanostra natura contro il progressimo arcobaleno, guidati da Augusto Gozzoli, coordinatore regionale della Toscana, ha dato vita ad una manifestazione contro il ddl Zan a Lucca. Se questa legge, precisa Gozzoli, che ha superato la prima votazione alla Camera, dovesse essere approvata anche al Senato, metterebbe in serio pericolo i professori di religione, i sacerdoti, i catechisti e tutti gli esponenti politici che difendono i valori della famiglia. Il regime tirannico e liberticida che, col pretesto del Covid, sta cancellando le nostre libertà personali (circolare liberamente, manifestare e persino lavorare) colpirà anche la nostra libertà di pensiero e di parola. Il dispiacere più grande, conclude Gozzoli,  per noi e per tutto quel popolo che si è mobilitato in difesa della famiglia tradizionale, è la spudorata indifferenza delle gerarchie ecclesiastiche, e soprattutto di Bergoglio, che, troppo impegnato a parlare di accoglienza e a sostenere il movimento "Black Lives Matter", non ha mosso un dito contro questa legge. Sia chiaro a tutti, però, che quel popolo non si arrende di fronte alla repressione, all'arroganza #LGBT e all'ignavia della chiesa: torneremo ancora in tutte le piazze d'Italia, accenderemo dei fuochi per testimoniare che due più due fa quattro e sguaineremo le spade per dimostrare che le foglie sono verdi in estate.

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700