Parma, gli ultras disertano la partita con la mascherina - <b>FascinAzione</b>

Non perdere

Spazio pubblicitario

Spazio pubblicitario

domenica 6 settembre 2020

Parma, gli ultras disertano la partita con la mascherina


Mascherina sempre indossata, biglietti venduti on line con posti assegnati e distanziati, controllo della temperatura all’ingresso e niente tornelli perpermettere un filtraggio migliore del pubblico. Questi alcuni
degli accorgimenti decisi dal Parma Calcio 1913 che riapre per primo uno stadio di serie A dopo il lockdown: l’occasione è l’amichevole allo stadio Tardini, sfida del pomeriggio con l’Empoli aperta a mille spettatori.
L’esperimento sembra essere pienamente riuscito. In curva nord e nella tribuna Petitot, i settori aperti, pubblico molto disciplinato che incita le squadre ma senza alcun assembramento. Diversi tifosi, per evitare problemi, si sono presentati allo stadio con anche un’ora e mezza di anticipo nonostante il gran caldo.
Alla partita però è mancato il tifo organizzato del Parma. Il gruppo storico ultras Boys Parma 1977 ha deciso di disertare l’amichevole. "Purtroppo l’emergenza costringe a vivere la Curva come una platea di un teatro, non è il nostro modo, non è da Boys - scrivono in un comunicato - Resteremo quindi a malincuore fuori dal Tardini, in attesa che tornino le condizioni sanitarie, per tornare a fare il tifo".

Nessun commento:

Posta un commento

Banner pubblcitario 700